Pancreatite cronica: i sintomi e i segni

La pancreatite cronica è una malattia lenta e progressiva che causa un’infiammazione del pancreas. Come si manifesta e come si cura?

La pancreatite cronica è un’infiammazione del pancreas non molto grave che però ha un decorso lento e progressivo. Quali sono i fattori di rischio? Le cause possono essere numerose: prima di tutto l’abuso di alcol, potrebbe dipendere anche da fattori genetici o da un’ostruzione cronica dello scarico dei succhi pancreatici. Ovviamente a ogni causa dipende un trattamento.

Quali sono i sintomi? Avendo un decorso estremamente lento, nei primi stadi è quasi asintomatica. Poi si manifesta con dolore cronico e prolungato, soprattutto dopo i pasti. Potrebbe anche causare difficoltà di digestione e di conseguenza feci poco formate, a volte diarroiche, ma anche diabete, causato da un’insufficiente funzione pancreatica. In questo caso è la riduzione della produzione di insulina, la cui funzione è quella di abbassare la glicemia, a essere responsabile della comparsa del diabete.

Come si cura? L’obiettivo della terapia è la riduzione del dolore con antidolorifici e soprattutto il controllo del diabete. Bisogna astenersi dal bere. I pazienti dovranno assumere preparati a base di enzimi pancreatici e un’eventuale terapia con ipoglicemizzanti per via orale o insulina (iniezioni sottocutanee). Nei casi più gravi può essere necessario il ricovero ospedaliero e l’intervento chirurgico (il più diffuso è la pancreatico-digiuno anastomosi, associata o meno all’asportazione di parte del pancreas). Altri approcci dipendo dalle complicanze. In linea di massima le operazioni riducono i sintomi, ma non incidono sull’evoluzione della malattia che purtroppo è cronica e progressiva.

Via | Ospedale San Raffaele

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail