La leucoencefalopatia multifocale progressiva: sintomi, terapia e prognosi

La leucoencefalopatia multifocale progressiva è una malattia rara e molto grave che colpisce chi ha gravi problemi di immunodeficienza.

La leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML) è una malattia virale che danneggia progressivamente il nostro cervello, a causa di un processo di infiammazione della sostanza bianca cerebrale. La malattia insorge quasi esclusivamente nelle persone che soffrono di grave immunodeficienza, ecco perché è abbastanza tipica di chi è affetto da AIDS. Il virus che causa questa malattia è chiamato virus JC.

Si trova in più dell’80 percento della popolazione, ma rimane latente nella maggior parte dei casi. Quali sono i sintomi? In realtà non sono specifici. Compare un’improvvisa debolezza, cambiamenti di umore e di personalità, disturbi della vista, della memoria, confusione mentale fino a crisi epilettiche.

Per la diagnosi servono una risonanza magnetica e un esame del Dna del virus. Come si cura? Non ci sono trattamenti antivirali ad hoc. Molto spesso i sintomi regrediscono da soli, se il sistema immunitario risponde prontamente. Sembrano esserci dei buoni risultati con i trattamenti a base di citosina e adenina arabinoside,anche se uno studio controllato condotto su pazienti con AIDS non ha mostrato alcun beneficio. Recentemente, sono stati riportati almeno due casi in pazienti con AIDS migliorati dopo terapia con alte dosi di zidovudina. In questi casi, l'aspettativa di vita è aumentata di 2 anni.

Via | Osservatorio Malattie rare

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail