Parotite: le 8 cose da saper sugli orecchioni

Quali sono le informazioni più importanti da conoscere sugli orecchioni, la malattia infettiva chiamata parotite.

La parotite è comunemente nota con il nome di “orecchioni” perché è caratterizzata dalla tumefazione delle ghiandole salivari e dall’ingrossamento delle ghiandole parotidi, che si trovano appena sotto le orecchie vicino alla mandibola. È una malattia tipica dell’età infantile, come morbillo, rosolia e varicella ma l’infezione può però colpire persone di qualunque. Quali sono le cose fondamentali da sapere?


  • L’infezione si trasmette tramite le goccioline respiratorie diffuse nell’aria dal malato con la tosse o gli starnuti.
  • La malattia è contagiosa nei 6 giorni che precedono la comparsa dei sintomi e per i 9 giorni successivi.
  • Una pregressa infezione garantisce immunità permanente.
  • I sintomi sono il rigonfiamento delle ghiandole parotidi, con conseguente dolore durante la masticazione e la deglutizione. Si associano febbre e malessere e cefalea.
  • Il contagio durante le prime 12 settimane di gravidanza è associato a un’alta percentuale di aborti spontanei (25%), ma non comporta il rischio di malformazioni del feto.
  • La terapia è sintomatica e consiste nella somministrazione di analgesici, per il trattamento del dolore causato dall’infiammazione, e di antipiretici per controllare la febbre.
  • Esiste una vaccinazione somministrata gratuitamente nei bambini piccoli.
  • La vaccinazione può essere effettuata a qualunque età: è raccomandata per i bambini oltre i due anni di età, i ragazzi e gli adulti che non sono stati vaccinati in precedenza.

Via | Istituto superiore di Sanità

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail