La poliuria: cause, sintomi e rimedi

La poliuria è un disturbo che comporta una maggiore frequenza della minzione ed una maggiore quantità di urina. Ecco quali sono i sintomi, le cause ed il trattamento più indicato.

La poliuria è un disturbo che comporta una maggiore produzione di urina, associata ad una minzione più frequente. Si tratta di un disturbo che può essere determinato da svariate cause, da quelle metaboliche (ad esempio da una carenza di potassio), a quelle psicologiche, dalla tendenza ad assumere maggiori liquidi a problemi di tipo endocrino (ad esempio diabete mellito), fino a cause renali, all’assunzione di determinati tipi di farmaci o alla presenza di malattie come l'anemia falciforme e così via.

Oltre ad una maggiore frequenza della minzione ed una maggiore quantità di urina prodotta (oltre il normale limite di 1200-1500 ml nelle 24 ore), fra i sintomi della poliuria si segnalano anche disturbi come tachicardia, disidratazione, neuropatie periferiche, cataratta, aumento della pressione sanguigna, anemia e così via.

Diagnosi

Qualora doveste sospettare di essere affetti da questa particolare condizione, sarà dunque molto importante rivolgersi al proprio medico curante, che vi prescriverà degli esami specifici (a cominciare dalla valutazione del volume delle urine prodotte nelle 24 ore), per poter stabilire quali sono le cause specifiche che hanno determinato il vostro problema, ed in base a queste, il trattamento migliore. 

Trattamento


Il trattamento della poliuria andrà  stabilito in base alle cause che hanno determinato la malattia. In linea generale però, sarà fondamentale ovviare al problema della perdita eccessiva di liquidi o di elettroliti (sodio, potassio, …) provocata appunto dalla maggiore frequenza della minzione e dalla maggiore quantità di urina prodotta. 

via | Humanitas.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail