Come evitare l'infezione da citomegalovirus in gravidanza

Lo spiegano esperti italiani grazie a uno studio scientifico

citomegalovirus prevenzione

Evitare di contrarre il citomegalovirus (Cmv) durante la gravidanza è fondamentale per proteggere la salute del bambino. Questo virus, che rappresenta la principale causa infettiva della sordità e del ritardo psicomotorio congenito, viene infatti contratto dai piccoli principalmente nel pancione della mamma, tanto che si stima che nella sola Italia ogni anno siano 2 mila i piccoli che nascono con questa infezione. Come fare per ridurre il rischio?

A giocare un ruolo fondamentale sono corrette norme igieniche, identificate da un gruppo di esperti italiani in uno studio pubblicato su EBioMedicine. Tenendo conto che spesso le donne contraggono il virus durante la seconda gravidanza o quelle successive dal contatto con bambini portatori dell'infezione, gli esperti raccomandano di:


  • lavarsi spesso le mani;
  • non baciare bambini piccoli sul viso o sulla bocca;
  • non condividere stoviglie o biancheria;
  • non condividere cibo o bevande;
  • non portare alle labbra oggetti che potrebbero essere stati nella bocca di un bambino, facendo attenzione anche alle sue mani e ai suoi piedi, spesso mordicchiati dai piccoli.

Via | Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail