Il primo farmaco stampato in 3D è americano

Un farmaco di nuovissima generazione stampato in 3D per realizzare terapie personalizzate.

È stato approvato il primo farmaco stampato in 3D. a dare l’ok è stata la Fda, l’ente federale americano che regolamenta i prodotti alimentari e farmaceutici, che ha così aperto la strada alle applicazioni anche in questo campo. E soprattutto dà così il via a una nuova medicina, molto più personalizzata, perché in futuro si stamperanno pillole con dosi perfettamente calibrate sul singolo individuo.

Il dispositivo permette di ottenere una pastiglia molto porosa che si disintegra istantaneamente non appena il paziente beve un sorso d'acqua, una caratteristica importante viste le difficoltà di deglutizione che si hanno nei pazienti che soffrono di epilessia.

Ha spiegato in un comunicato Aprecia, l'azienda produttrice del farmaco. Il farmaco è realizzato con una stampa a strati sovrapposti e può essere caricato con diverse quantità di principio attivo. Potrebbe entrare in commercio nella prima metà del 2016.

Via | Sole24ore

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail