I sintomi dell'intolleranza al lattosio

Molte persone con l’avanzare dell’età diventano intolleranti al lattosio: è un problema diffuso causato dalla diminuzione dell’enzima, noto come lattasi. Quali sono i sintomi?

latte

L’intolleranza al lattosio è forse l’intolleranza più frequente ed è l’unica al 100 percento non reversibile. Come mai? Con l’età si perde la capacità di digerire lo zucchero del latte, il lattosio appunto, per la riduzione della produzione di un enzima, noto come lattasi.

I sintomi che accompagnano questo disturbo sono abbastanza semplici da indentificare, anche perché si scatenano in modo evidente dopo aver assunto dei latticini, dal latte la mattina alla merenda a base di gelato. E sono:


  • Mal di pancia: crampi addominali, simili a una colica
  • Nausea.
  • Diarrea accompagnata da brividi e dolore.
  • Meteorismo diffuso che si manifesta dopo aver assunto lo zucchero ma che può continuare anche per diverse ore.
  • Vomito (è più raro ma nei casi gravi purtroppo c’è)
  • Stanchezza e spossatezza generale (inevitabilmente la diarrea e il vomito indeboliscono il corpo).

Come si può diagnosticare? Prima di tutto facendo attenzione alla dieta e magari eliminando i latticini (sostituendo per esempio il latte con quello di soia) per vedere se i sintomi persistono. Poi esistono dei test, come quello del respiro o il breath test che serve a dimostrare la riduzione della produzione di lattasi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail