La dieta per curare la candida

Quali sono le regole di una corretta alimentazione per curare la candida: ecco i consigli dietetici per ristabilire la flora intestinale.

Consumare riso integrale

Dieta contro la candida

Non si può considerare la dieta una vera e propria medicina contro la candida, ma è un valido aiuto per impedire l'eccessivo proliferare di questo microrganismo, sottraendogli il nutrimento e soprattutto rendendo più forti le difese immunitarie.

La maggior parte delle persone, nell’intestino, ospitano la candida, considerata responsabile di depressione, affaticamento, mal di testa e soprattutto un desiderio incontrollabile di dolci. È necessario quindi ristabilire la flora batterica per ottenete buoni risultati, che se associati a terapie mirate dovrebbero aiutare a diminuire le recidive e soprattutto portare a una completa guarigione.

La dieta contro la candida non è una dieta dimagrante, non bisogna quindi rendere la propria alimentazione troppo ripetitiva o ipocalorica perché si rischia solamente di creare carenze nutrizionali e affaticare il corpo.

Diminuire gli zuccheri (saccarosio, fruttosio, miele, ecc) , i lieviti e gli alcolici. Vanno limitati anche i cibi conservati, affumicati, le arachidi, l'aceto, il pane (ammesso quello non lievitato) e i formaggi a pasta dura. È molto importante yogurt bianco intero (quello greco per caparci), cucurma, aglio, cibi fermentati, pesce, uova, carne magra, olio (d’oliva o di semi), riso integrale, verdure e alghe. A questo aggiungete una terapia a base di probiotici: di solito i cicli durano almeno un paio di settimane. Fate uno una volta al mese per circa sei mesi.

Via | My Personal Trainer

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail