Smettere di fumare è più semplice se si viene pagati?

Gli incentivi economici possono davvero aiutare le persone a smettere di fumare. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca della University of Pennsylvania, pubblicata sul New England Journal of Medicine.

Smettere di fumare


Smettere di fumare è più semplice grazie aipremi in denaro, ed a suggerirlo è un nuovo studio, secondo cui proprio i soldi sarebbero più efficaci della consulenza comportamentale e dei sostituti della nicotina, per far smettere di fumare. Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno analizzato 2.538 persone per un periodo di 8 mesi. I partecipanti sono stati divisi in 5 gruppi, ognuno caratterizzato da diversi modi per aiutare a smettere di fumare.

I primi 4 gruppi prevedevano ricompense in denaro (con un premio fisso di 800 dollari), mentre il quinto gruppo offriva informazioni e aiuti per smettere di fumare. Dallo studio sarebbe innanzitutto emerso che le persone prendevano parte più volentieri ai programmi che offrivano premi in denaro, e tendevano anche a smettere di fumare in modo più efficace.

E’ importante per i datori di lavoro considerare diverse opzioni per aiutare i loro lavoratori a smettere

concludono gli autori dello studio.

In effetti, se paragonati ai circa 6.000 dollari rappresentati dal costo supplementare annuo associato ad un impiego fumatore, rispetto ad un non-fumatore, spendere una cifra ben più bassa per aiutarlo a smettere di fumare rappresenta indubbiamente la via più giusta!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Eurekalert

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail