Collodion baby con regressione spontanea: cos'è e come si cura

I bambini che lo presentano sembrano letteralmente fatti di plastica. Ecco di cosa si tratta e come si risolve

collodion baby

Alla nascita sembrano letteralmente fatti di plastica: è questo l'aspetto tipico dei bambini affetti da collodion baby con regressione spontanea, una condizione in cui dopo il parto il piccolo è avvolto da una membrana di una sostanza che prende il nome di collodio. L'incidenza del problema non è nota. Al momento le statistiche parlano di circa 25 casi descritti.

Caratteristiche comuni ai bambini protagonisti sono, oltre alla presenza di questa membrana sulla pelle, che li fa apparire come fossero plastificati, la presenza di ectropion (cioè della rotazione verso l'esterno delle palpebre) e di eclabium (corrispondente invece alla rotazione verso l'esterno del labbro) e una difficoltà nel muovere le articolazioni. Alla base della condizione, che dal punto di vista medico è una forma di ittiosi (in particolare, una variante della cosiddetta ittiosi congenita autosomica recessiva) ci sono mutazioni in tre diversi geni – TGM1, ALOXE3 o ALOX12B.

TGM1 contiene le informazioni per la sintesi della transglutaminasi 1, enzima coinvolto nella corneificazione dello strato più superficiale dell'epidermide. ALOXE3 o ALOX12B codificano invece, rispettivamente, per gli enzimi arachidonato 3 e 12(R) lipossigenasi, molecole che partecipano al metabolismo dei lipidi. La trasmissione delle mutazioni è di tipo autosomico recessivo; ciò significa che basta che una sola delle due copie di ciascun gene possedute da un bambino sia mutata perché si manifesti il collodion baby con regressione spontanea.

Fortunatamente come indicato dal nome stesso della condizione il problema si risolve da sé: entro le prime settimane di vita la membrana di stacca. In un caso riportato sulle pagine del Journal of Pediatrics da un gruppo di esperti di Zurigo la cura è stata molto semplice: la piccola nata avvolta da collodio è stata trasferita in un'incubatrice ad elevata umidità (80%), sulla sua pelle sono stati applicati degli emollienti ogni 3 ore e tutti i giorni le è stato fatto il bagnetto. In questo modo la membrana è scomparsa nell'arco di 2 settimane, lasciando spazio a una pelle totalmente normale e permettendo alle articolazioni di iniziare a muoversi normalmente.

In generale, dopo il distacco della membrana i bambini con collodion baby con regressione spontanea vanno incontro a una leggera desquamazione. Superata anche questa fase il problema sembra però scomparire definitivamente.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | The Journal of Pediatrics; Orphanet

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail