Come addormentarsi con il metodo 4-7-8

A proporlo è un medico statunitense. Ecco di cosa si tratta

insonnia metodo 4-7-8

A volte riuscire ad addormentarsi può essere un vero e proprio incubo che porta ad insonnia e nulla sembra essere efficace se non l'assunzione dei farmaci. I medicinali per dormire hanno però degli effetti collaterali fra cui può essere inclusa anche la comparsa di una dipendenza. Riuscire a cadere nelle braccia di Morfeo senza assumerli potrebbe quindi diventare letteralmente impossibile. Un metodo che arriva dagli Stati Uniti promette invece di aiutare a combattere il problema senza effetti avversi. A proporlo è il dottor Andrew Weill e il nome con cui è conosciuto è “metodo 4-7-8”.

Quello proposto è un semplice esercizio di respirazione che non richiede nessuno strumento particolare e che può essere effettuato ovunque, quindi anche nel letto quando si sta cercando di addormentarsi. Dopo aver appoggiato la punta della lingua contro il tessuto appena sopra agli incisivi superiori si inizia espirando dalla bocca tutta l'aria presente nei polmoni, producendo un leggere rumore, e si prosegue chiudendo la bocca e inalando tranquillamente contando nella mente fino a 4. Il passaggio successivo consiste nel trattenere il fiato contando fino a 7. Infine bisogna espirare ancora una volta attraverso la bocca espellendo tutta l'aria mentre si conta fino a 8, sempre producendo un leggero rumore.

L'intero ciclo di respirazione deve essere ripetuto per altre 3 volte, per un totale di 4 respirazioni, mantenendo sempre in posizione la punta della lingua e tenendo conto che ciò che conta non è il tempo assoluto che si impiega per inspirare ed espirare, ma che venga mantenuto sempre il rapporto 4-7-8.

Il metodo è utile contro l'insonnia, ma non solo. Secondo il dottor Weill, infatti, chiunque può trarne beneficio. Il suo consiglio è di praticarlo almeno 2 volte al giorno senza superare, almeno per il primo mese, i 4 cicli di seguito.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Dr Weill

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail