I rischi della Flakka, la nuova droga sintetica

Si chiama Flakka ed è una nuova droga sintetica, venduta in cristalli ed estremamente pericolosa: porta alla morte se non si ricevono immediate cure mediche.

flakka

La Flakka è una nuova droga sintetica, derivata del catinone, che sta spopolando soprattutto negli Stati Uniti. È considerata una “parente” di nuova generazione delle anfetamine e dell’ecstasy. Tra gli aspetti che la rendono appetibile c’è il costo bassissimo: 5 dollari circa (ovviamente è una cifra indicativa) a dose ed è venduta in cristalli che possono essere polverizzati o diluiti. C’è chi aggiunge la Flakka al liquido delle sigarette elettroniche.

Quali sono i rischi di questa sostanza? È molto pericolosa, prima di tutto perché crea dipendenza e di solito il consumatore si ritrova in un vortice da cui non riesce a liberarsi. Prova agitazione, aggressività, aumenta la pressione sanguigna, portando anche all’infarto, allucinazioni, psicosi. Le persone non si accorgono di avere reazioni violente, mettendo a rischio la propria incolumità e quella di chi gli sta vicino.

Quanto durano gli effetti? Entra in circolo abbastanza velocemente e durano circa 4 ore. Tra i pericoli principali c’è quello che se non si riceve assistenza medica immediatamente, il rischio di collasso (e di conseguente morte) è molto elevato. Questa droga viene considerata un diretto rivale della "crystal meth", perché hanno diverse caratteristiche in comune.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail