HIV, il vaccino italiano funziona: aiuta i farmaci antiretrovirali

La conferma da un nuovo studio clinico di fase II

vaccino aids

Un nuovo studio pubblicato su Retrovirology dall'équipe di Barbara Ensoli, direttore del Centro Nazionale Aids dell'Istituto Superiore di Sanità, conferma l'efficacia del vaccino italiano contro l'HIV.

Sperimentato su 168 pazienti in terapia con antiretrovirali, il vaccino a base della proteina virale Tat ha infatti dimostrato di riuscire a stimolare la produzione di anticorpi contro questo importante attivatore della replicazione e dell'espressione dei geni del virus e ad aumentare le cellule bersaglio dell'Hiv e altri elementi del sistema immunitario. In questo modo il vaccino supporta la terapia antiretrovirale, che pur sopprimendo la replicazione del virus spesso non riesce a ristabilire l'equilibrio originale del sistema immunitario ed è quindi associata all'insorgenza di complicanze che esulano dai problemi caratteristici dell'Aids.

Fra i vari trattamenti sperimentati il migliore è risultato essere la somministrazione di 3 dosi al mese del vaccino a base di 30 μg di Tat, la cui efficacia persiste nei 3 anni successivi all'immunizzazione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail