Cibo poco sicuro, le 5 regole dell'Oms per proteggere la salute

Lo sapevate che esistono regole ben precise per poter trattare e consumare il cibo? Secondo recenti dati mettiamo sempre più a rischio la nostra salute: ecco i consigli dell'Oms per proteggerla.

cibi-sicuri

I cibi che portiamo sulla nostra tavola sono davvero così sicuri? Secondo l'Oms forse non proprio: sono due milioni le persone che ogni anno muoiono nel mondo a causa del cibo poco sicuro, non trattato come si dovrebbe. Cibi che contengono batteri pericolosi, virus, parassiti, ma anche sostanze chimiche, per un totale di più di 200 malattie che possono mettere a rischio la nostra salute.

Fare attenzione a quello che portiamo sulle nostre tavole è di fondamentale importante e l'Organizzazione Mondiale della Sanità ci svela alcuni consigli indispensabili per scongiurare disturbi e malattie che potrebbero derivare proprio da un trattamento non adeguato del cibo che andiamo a mangiare.


  1. Lavatevi le mani prima di toccare il cibo, mentre lo si preparare e dopo essere andti al bagno. Lavate e disinfettate le superfici e gli strumenti che si usano e proteggete la cucina e il cibo da animali e insetti.
  2. Tenete separati i cibi crudi da quelli cotti, tenendoli in recipienti separati.
  3. Fate cuocere molto carne, uova, pollame e frutti di mare. Minestre e stufati devono bollire per raggiungere i 70°, mentre la carne rossa e bianca deve diventare di colore chiaro.
  4. Mantenete il cibo alla giusta temperatura: il cibo cotto non va tenuto a temperatura ambiente per più di due ore, mentre in frigo il cibo va conservato sotto i 5° e non troppo a lungo. Il cibo non si scongela a temperatura ambiente.
  5. Usate acqua sicura per lavare e trattare il cibo e non consumate gli alimenti oltre la data di scadenza.

Via | Ansa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail