Cosa sono i cordomi? I sintomi e le terapie

I cordomi sono delle particolari forme di sarcoma, che si manifestano nel sacro o alla base cranica, vale a dire alle due estremità della colonna vertebrale.

cordomi

I cordomi sono una particolare forma di sarcoma a carico del sacro o della base cranica: sono malattie davvero molto rare, con poche decine di casi in Italia ogni anno. L'età media in cui compaiono si attesta intorno ai 60 anni, anche se i cordomi alla base cranica possono insorgere anche in età pediatrica o in giovane età.

Questa malattia è molto particolare, soprattutto per la delicatezza della zona in cui compaiono: possono dar luogo a fastidi e disturbi che possono colpire i nervi cranici o le radici che garantiscono la funzionalità degli sfinteri.

La malattia non è molto aggressiva, ma può metastatizzare ai polmoni, allo scheletro, al fegato. I sintomi possono essere cefalea, disturbi del virus, paralisi del retto laterale sia unilateralmente sia bilateralmente, ma in caso di cordomi più voluminosi si possono notare anche interessamento/paralisi dei nervi cranici (con disturbi del visus, uditivi, della deglutizione, della fonazione,..), sindromi da compressione sul tronco encefalico ((con atassia, disartria, vertigini, segni piramidali), sindrome da idrocefalo ostruttivo.

Il trattamento dei cordomi è olitamente chirurgico, anche se talvolta, vista anche la delicatezza della zona del corpo, non è possibile eseguire un intervento chirurgico: in questi ultimi casi, si ricorre alla radioterapia, anche se anche questo trattamento può avere delle limitazioni. Per questo recentemente si preferisce agire con tipi di radioterapia che utilizzano protoni o ioni di carbonio.

Foto | da Flickr di damclean

Via | Istituto Tumori Milano

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail