Sindrome da burnout: cos'è, il test, la cura e la scala di Maslach

Spesso se ne parla come di un esaurimento, ma in realtà è qualcosa di più grave. Ecco cosa si sa su questo problema legato allo stress eccessivo

Se ne sente parlare sempre più spesso, ma le certezze su cos'è esattamente la sindrome da burnout sono ancora poche. Soprattutto, spesso la si confonde con la depressione, che in realtà è un problema diverso.

Esaurimento, verrebbe da chiamarlo, ma gli esperti non sono ancora riusciti ad accordarsi su una definizione univoca del burnout e anche per questo diagnosticarlo è difficile, più di quanto non lo sia riconoscere sindromi depressive. In effetti non è raro trovarsi a dover affrontare le conseguenze di una vita troppo stressante, conseguenze del tutto naturali sia quando coinvolgono la sfera fisica che quando sono ristrette a quella psicologica. Queste reazioni non sono però considerate sintomi di una malattia. A volte, però, a quanto pare, la sensazione di esaurimento può andare ben oltre la normale risposta allo stress.

Le cause, la diagnosi e la cura

Stress burnout

Secondo gli esperti alla base del burnout potrebbero esserci problemi psicologici, ad esempio la depressione o l'ansia. Altre volte le cause di sintomi classificati come burnout potrebbero dover essere cercate in una malattia fisica. Una diagnosi affrettata potrebbe quindi finire per essere scorretta e distogliere l'attenzione dal vero problema.

Tutto sembra però convergere in una stessa direzione: il colpevole è lo stress, lavorativo, familiare o di qualunque altro tipo sia. Le conseguenze sono problemi emotivi (ad esempio stanchezza e mancanza di energie) e fisici (come mal di stomaco e problemi di digestione), una sensazione di alienazione dal lavoro (percepito sempre più come negativo e frustrante) e la riduzione delle performance quotidiane (da quella lavorativa a quelle nelle attività private).

Al momento la diagnosi si basa sull'uso di questionari, che però trovano un limite enorme nel fatto che non esista ancora una definizione univoca di burnout. Il test più diffuso è il Maslach Burnout Inventory (MBI), di cui sono disponibili diverse versioni per diversi gruppi professionali. La scala di Maslach non è stata però pensata per un uso clinico, quanto piuttosto come strumento per i ricercatori che studiano il fenomeno del burnout.

In generale i test online non sono adatti a diagnosticare il burnout o per capire se i sintomi sono da attribuire a un altro problema. Meglio, quindi, rivolgersi a un medico: in caso contrario il rischio è non arrivare mai a una cura adatta. Per un problema psicologico la soluzione ideale potrebbe essere una psicoterapia, ma non è da escludere che si debbano assumere anche dei farmaci, magari per trattare problemi di natura non prettamente psicologica. Anche lo sport può essere d'aiuto. Quello che è certo è che chi ha a che fare con questo misterioso problema ha bisogno del supporto di chi gli sta accanto.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | NCBI

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail