Cos'è l'ooforite? I sintomi e i rimedi

Con il termine ooforite si intende un'infiammazione a carico delle ovaie: è una malattia molto frequente che può essere provocata da diversi germi.

ooforite

L'ooforite, detta anche ovarite, è l'infiammazione dell'ovaio: può essere acuta o cronica, mono o bilaterale e spesso si presenta anche con infiammazione della tuba, provocando salpingite o annesite.

La patologia è provocata nella maggior parte dei casi da un'infezione batterica, con germi come il micobatterio tubercolare, il gonococco, lo streptococco, lo stafilococco, il pneumococco e il Bacterium Coli. La diffusione dell'ooforite può avvenire per via ematica, per via linfatica, ma anche a causa di infiammazioni batteriche che si trovano in altre parti del corpo.

L'ooforite acuta si manifesta sintomi come dolore al basso ventre che si irradia anche verso la coscia, febbre anche molto alta, vomito e sintomi del tutto simili ad un'appendicite acuta. Sintomi analoghi che potrebbero portare a una diagnosi errata della malattia o a una diagnosi tardiva.

L'ooforite cronica, invece, si manifesta con lievi dolori alla fossa iliaca, febbre non troppo alta, alterazioni mestruali.

Come si cura l'ooforite? Solitamente si applica una borsa del ghiaccio sul basso ventre, perridurre un po' l'infiammazione, procedendo anche con una terapia a base di sulfamidici e antibiotici. Se la terapia farmacologica non dà alcun effetto, è necessario ricorrere alla chirurgia.

Se non individuata e curata in tempo, infatti, l'ooforite può provocare infertilità.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail