Ipertensione, la vitamina D non aiuta a ridurla

Assumere vitamina D per curare l’ipertensione è inutile secondo quanto emerge da una nuova ricerca.

Ipertensione: la vitamina D è davvero utile per curarla? La risposta sembra essere no, secondo quanto emerge da un nuovo studio, che suggerisce come la supplementazione di vitamina D sia effettivamente inefficace nel ridurre la pressione sanguigna. I risultati emersi da questa nuova ricerca confutano i suggerimenti forniti finora dai medici, secondo i quali, appunto, questa importantissima vitamina avrebbe potuto essere utilizzata come trattamento per la cura dell’alta pressione sanguigna.

Lo studio, pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine, rappresenta una revisione sistematica di studi e dati raccolti in precedenza, e comprende analisi cliniche controllate con placebo, randomizzate con la supplementazione di vitamina D.

Grandi studi hanno dimostrato che le persone con bassi livelli di vitamina D tendono ad avere una pressione sanguigna più alta.

spiegano i membri della School of Medicine a Dundee, in Scozia

Non era però chiaro se, dando vitamina D alle persone, si potesse effettivamente abbassare la pressione del sangue.

Per analizzare più a fondo la questione, gli autori della ricerca hanno esaminato un certo numero di studi, condotti per indagare l’eventuale effetto benefico della vitamina D per abbassare la pressione del sangue. Questi studi avevano finora fornito delle prove contrastanti. Nello specifico, gli esperti hanno analizzato i dati provenienti da 46 studi clinici in cui la vitamina D era stata usata per abbassare la pressione sanguigna (coinvolgendo 4.541 partecipanti in tutto).

Ipertensione Vitamina D


Combinando tutti questi studi in un’analisi, siamo stati in grado di dimostrare che l'assunzione di integratori di vitamina D non abbassa la pressione sanguigna

spiegano gli autori della ricerca

anche nel caso in cui si cominci con bassi livelli di vitamina D o con una condizione di pressione alta.

Alla luce di quanto emerso, appare chiaro che, la strada giusta per trattare il problema dell’ipertensione non è quella che porta ad assumere integratori di vitamina D

Il nostro lavoro dimostra che questo non funziona

spiegano infatti gli esperti

e quindi la vitamina D non può essere raccomandata come metodo per aiutare a controllare la pressione arteriosa alta.

Per fronteggiare efficacemente questo problema, sarà invece importante apportare dei cambiamenti allo stile di vita, mangiare cibi sani, ridurre il consumo di sale, limitare l'assunzione di alcol, ridurre lo stress e naturalmente anche smettere di fumare!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Medicalnewstoday.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail