Sport, il tapis roulant ti dice se vivrai a lungo

Il tapis roulant potrebbe predire quanto a lungo vivremo. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Sport, tapis roulant e lunghezza della vita: qual è il legame? Un nuovo test sul tapis roulant potrebbe presto predire quanto sarà lunga la nostra vita. A suggerirlo sarebbero stati i membri della Johns Hopkins Medicine di Baltimora, i quali ritengono che, analizzando la capacità dei pazienti di esercitarsi sul tapis roulant, ed aumentando velocità ed inclinazione, si potrebbe prevedere il rischio di morte più di 10 anni prima. Attualmente vengono già utilizzati dei sistemi di punteggio basati sull’esercizio fisico, volti a prevedere il rischio di morte a breve termine per i pazienti, ma tali metodi sono utilizzati solamente per i pazienti con diagnosi di malattia cardiaca o altri problemi cardiovascolari, e prevedono anche l'esecuzione di elettrocardiogrammi ed altri esami.

Stando a quanto emerso da un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Mayo Clinic Proceedings, sembra che i cardiologi del Johns Hopkins abbiano però sviluppato un algoritmo - chiamato FIT Treadmill Score - in grado di misurare il rischio di morte a lungo termine, metodo che si basa esclusivamente sulla prestazione eseguita sul tapis roulant.

L'idea che l'essere in buona forma fisica fa presagire il rischio di mortalità più basso non è affatto nuova, ma abbiamo voluto quantificare tale rischio in base a età, sesso e livello di forma fisica, e farlo con una equazione semplice ed elegante, che non richieda ulteriori analisi di fantasia oltre allo stress test standard

spiegano gli autori della ricerca, che per analizzare meglio la questione hanno dunque preso in esame un campione di 58.020 soggetti di età compresa tra 18 e 96 anni, i quali hanno eseguito degli esercizi di stress test tra il 1991 e il 2009.

vita lunga

Oltre a tenere in considerazione età e genere del paziente, il FIT Treadmill Score tiene in considerazione anche i picchi della frequenza cardiaca raggiunta durante l'esercizio intenso e la capacità di tollerare lo sforzo fisico. Questa tolleranza di sforzo fisico è valutata attraverso MET (equivalenti metabolici). Un'attività come la camminata lenta equivale a due MET, mentre una corsa a ritmo sostenuto equivale a otto MET.

Monitorando i partecipanti deceduti nei 10 anni successivi ai test, i ricercatori hanno scoperto che - tra le persone della stessa età e sesso – il livello di forma fisica misurato in Mets e i picchi della frequenza cardiaca misurati durante l'esercizio sono stati fattori predittivi più affidabili di morte o di sopravvivenza, anche quando venivano presi in considerazione altri fattori, come la storia famigliare o il diabete.

Alla luce di quanto emerso, i ricercatori suggeriscono che, poiché il punteggio è facile da calcolare e non costa nulla (fatta eccezione per il costo del tapis roulant stesso), sarebbe opportuno che tale algoritmo venisse usato per i milioni di pazienti sottoposti a prove di stress cardiaca.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Medicalnewstoday.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail