Come si trasmette l'encefalite erpetica? I sintomi, la prognosi e le conseguenze

L'encefalite erpetica è un'infezione cerebrale provocata dal virus herpes simplex tipo 1 (HVS-1).: è molto comune nei bambini con meno di tre anni e negli adulti con più di 50 anni, ma si può manifestare ad ogni età.

encefalite erpetica

L'encefalite erpetica è un tipo di infezione cerebrale causata dal virus herpes simplex di tipo 1: è un'infezione comune nei bambini molto piccoli e anche negli adulti over 50, anche se si può manifestare ad ogni età. Si presenta come un'encefalite necrosante acuta temporale e ha un esordio molto veloce, con sintomi ben precisi.

Chi viene contagiato dal virus manifesta febbre a 40 gradi, cefalee, problemi del comportamento, del linguaggio e della memoria, ma in seguito si possono manifestare anche stato confusionale, coma, convulsioni, paralisi.

La malattia ha un decorso davvero molto pesante: il tasso di mortalità si attesta al 20% nelle forme trattate (mentre nei soggetti che non ricevono cure si attesta addirittura al 70%), mentre le conseguenze per i pazienti colpiti e sopravvissuti sono molto gravi (disturbi mnesici, emiparesi, comizialità).

Non tutti i pazienti infettati dal virus, però, manifestano la malattia: si suppone che ci possa essere una predisposizione genetica. L'infezione primaria da virus della varicella-zoster è molto contagiosa e comporta la comparsa della varicella: il virus rimane poi latente nell'organismo, provocando tutta una serie di patologie in seguito alla sua riattivazione. Tra queste anche l'encefalite erpetica.

Per questi motivi la diagnosi e l'inizio delle cure devono essere il più tempestivi possibili: il trattamento previsto è la somministrazione di acyclovir, che deve essere effettuata almeno per due settimane. Possono essere consigliati anche altri farmaci, per trattare ad esempio le crisi epilettiche.

Via | aipsimed

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail