La demenza fronto temporale: sintomi, diagnosi e durata

Ecco quali sono i sintomi della demenza fronto temporale ed in cosa consiste il trattamento di tale malattia.

Con il termine “demenza fronto temporale” si indica un gruppo di malattie caratterizzate da un deterioramento dei lobi temporali e\o frontale del cervello, vale a dire le aree associate al linguaggio, comportamento e personalità di ogni individuo. Tale gruppo di malattie si distingue per eziologia, sintomatologia, età del paziente ed altre specifiche caratteristiche. Nonostante i sintomi principali della malattia siano infatti gli stessi, i ricercatori hanno distinto diversi sottotipi principali, in base del tipo di lesioni presenti.

Segno distintivo della demenza fronto temporale è in linea generale una evidente mutazione nel comportamento del paziente. La malattia si manifesta generalmente nei soggetti di età compresa fra i 35 e 75 anni, ma può presentarsi anche diversi anni prima.

Si ritiene che tale malattia rappresenti una delle più comuni demenze che colpiscono la popolazione giovanile, senza alcuna distinzione fra uomini e donne. I sintomi della demenza fronto temporale sono vari, e tendono ad aggravarsi con il passare del tempo. La malattia si manifesta – come accennato – con un cambiamento del comportamento da parte del paziente. Ecco quali sono i segni di tale patologia.

Demenza fronto temporale, sintomi e trattamento

Demenza fronto temporale sintomi

Il soggetto affetto da demenza fronto temporale manifesterà una minore capacità di provare empatia nei confronti delle altre persone, assumerà dei comportamenti sociali scorretti o inappropriati, presenterà una minore consapevolezza di sé e delle sue azioni. Si manifesteranno inoltre problemi nel linguaggio, incapacità di esprimersi o di comprendere alcune parole, problemi nelle capacità motorie, rigidità, spasmi muscolari, difficoltà di ragionamento, impulsività, di pianificazione e problem solving, inadeguata capacità di giudizio anche per quanto concerne le questioni finanziarie, tendenza a mangiare troppo, reazioni emotive anormali, bruschi cambiamenti di umore.

Purtroppo attualmente non esiste una cura per la demenza frontotemporale, e non esiste ancora un metodo che possa quantomeno rallentarne la progressione, ma la ricerca sta progredendo per trovare un trattamento adeguato.

Il trattamento della malattia si basa dunque solo sulla cura dei suoi sintomi, mediante utilizzo di psicofarmaci per attenuare i disturbi del comportamento, o anche sottoponendosi a delle sedute di logopedia per migliorare la propria comunicazione.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Aphasiaforum.com, Informazionimediche

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail