Come prevenire l'influenza con la colazione giusta

Prevenire l'influenza stagionale con la dieta giusta si può, a cominciare dalla prima colazione. Ecco gli alimenti su cui puntare

Quando arriva la fase clou dell'influenza, quale periodo dell'anno in cui il virus si diffonde e si raggiunge il picco dei contagi, difficilmente riflettiamo sull'importanza di prevenire il malanno rinforzando il nostro sistema immunitario.

Eppure l'influenza è una infezione virale che non si cura con i farmaci, con gli antibiotici come accade per le infezioni batteriche, ma da cui si guarisce da soli, una volta che - come si dice comunemente - la malattia "abbia fatto il suo corso".

Prevenire-influenza-colazione

Per rendere il nostro organismo più protetto dall'azione patogena dei virus influenzali, e per guarire più rapidamente se siamo stati contagiati, possiamo però contare su un grande alleato: l'alimentazione. E tra i momenti della giornata in cui fare il pieno di energia significa anche fare il pieno di salute c'è la mattina, il momento importantissimo della prima colazione.

Assumere le sostanze nutritive che fortificano il nostro corpo e stimolano in modo naturale il sistema immunitario proprio quando ne ha più bisogno (ovvero prima di uscire e iniziare la nostra giornata che per forza di cose includerà il contatto con persone potenzialmente infette o veicolo del virus), è la miglior forma di prevenzione.

Ma una colazione NON vale l'altra, e se pensate che un cappuccino e una brioche da consumare al volo al bar possano costituire una barriera contro i germi, vi sbagliate di grosso. C'è bisogno di ben altro. I principi nutritivi antinfluenzali per eccellenza sono: vitamine del gruppo B, vitamina C e zinco. Dove li troviamo e quali sono le combinazioni alimentari migliori per il primo pasto salutare della giornata? Ecco qualche suggerimento.


  • Frutta: non può mancare in una prima colazione sprint. Puntate su agrumi (va bene anche una spremuta d'arance fresca fatta al momento), kiwi e mirtilli, ricchi di antiossidanti e vitamina C che proteggono il sistema immunitario. Accanto alla frutta fresca via libera a quella secca, ad esempio le noci, le nocciole, le mandorle. Esse sono ricche di zinco (che ha un'azione immunostimolante) e di vitamina E, e hanno un ottimo effetto anti colesterolo ed energizzante. Ne bastano 3-4
  • Yogurt. Naturale, bianco, senza aggiunta di zuccheri. E' ricco di lattobacilli che mantengono in salute la flora batterica intestinale che costituisce la nostra prima barriera contro i germi "cattivi", inclusi quelli influenzali. In generale tutti i probiotici sono un toccasana per il sistema immunitario. Ottimo lo yogurt abbinato alla frutta secca
  • Banana. E' un frutto sostanzioso e ricco di magnesio, altra sostanza immunostimolante
  • Cereali integrali. Consumateli in fiocchi (purché "grezzi"), sotto forma di un paio di fette biscottate integrali bio o di una bella fetta di pane casereccio di semola di grano duro integrale, prodotti gustosi e ricchi di fibre e carboidrati a lento rilascio, che forniscono energia durante buona parte della mattina. Potete abbinarli ad un velo di buona marmellata di frutta biologica senza zuccheri aggiunti, che apporta energie immediate, o del buon miele italiano con effetto antibatterico ed energizzante
  • Tè verde o tè allo zenzero. Il caffè va pure bene, ma ancor meglio un infuso mattutino che fornisca una spinta immunitaria come lo zenzero (che ha un effetto antinfiammatorio e migliora la circolazione del sangue e l'umore), o ricco di antiossidanti come il buon tè verde

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail