Sarcopenia: i sintomi, le cause e i fattori di rischio

La sarcopenia è una malattia associata all'invecchiamento che provoca indebolimento muscolare. Vediamo le cause e i sintomi

La sarcopenia è una malattia dell'invecchiamento, un po' come l'osteoporosi, provocata da una graduale riduzione della potenza e della massa muscolare. Tale indebolimento patologico è una delle principali cause di invalidità nelle persone anziane e purtroppo riduce le aspettative di vita compromettendo anche la qualità della stessa.

Infatti non potendo più contare su tutte le proprie forze muscolari, l'organismo non riesce a sorreggersi, cosa che fatalmente porta a progressiva riduzione della mobilità. Si stima che la sarcopenia colpisca circa il 30% degli over 60 e addirittura il 50% degli over 50.

Sarcopenia

In parte questa progressiva perdita di massa muscolare - nell'ordine del -5-7% tra i 50 e i 70 anni e del -15% dopo questa età - è fisiologica, anche se può essere contrastata con uno stile di vita attivo e buona alimentazione. Quando, però, il declino sia più repentino e invalidante, allora si tratta della condizione patologica nota come, appunto, sarcopenia.

Quali sono i sintomi? Progressivo (e lento), indebolimento, che si manifesta in ogni momento della vita rendendo difficile compiere i gesti usuali di ogni giorno. Ad esempio tra i primi campanelli di allarme ci sono la sempre maggiori difficoltà a trasportare i sacchetti ella spesa, a fare le scale di casa o ad aprire una bottiglia d'acqua.

Qualunque gesto che comporti uno sforzo muscolare (anche minimo) diventa sempre più difficile da compiere. Tra i fattori di rischio della sarcopenia troviamo, però, non solo l'età che avanza. Ecco chi è più predisposto all'indebolimento muscolare progressivo:


  • Immobilità forzata per lunghi periodi (ad esempio a causa di una caduta con ingessatura)
  • Sedentarietà. E' chiaro che le persone che non abbiano mai svolto attività fisica regolare sono più predisposte alla malattia
  • Alimentazione inadeguata con insufficiente apporto proteico. Anche a causa della crisi economica molti anziani tendono a ridurre in modo drastico il consumo di cibi proteici come carne, pesce, legumi e uova, prediligendo cereali raffinati come pane e pasta e latticini


  • Disturbi da malassorbimento. Negli anziani, a causa di patologie intestinali (ad esempio diverticolite o colon irritabile), l'assorbimento di alcuni principi nutritivi importanti per la salute di ossa e muscoli, come la vitamina D, i minerali e le vitamine del gruppo B può risultare compromesso
  • Malattie croniche a carico di ossa e articolazioni, Parkinson e malattie respiratorie

Le cure per la sarcopenia non sono farmacologiche, l'unica soluzione è rappresentata da una modica nello stile di vita che se non in grado di invertire la tendenza, possa almeno rallentare il declino muscolare. Camminare ogni giorno, fare un po' di sport moderato ed esercizi riabilitativi, e alimentarsi in modo corretto sono le terapie più efficaci.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail