Il gozzo tiroideo: cause, sintomi e cura

L’ingrossamento della tiroide può causare quello che comunemente viene chiamato gozzo. Quali sono i sintomi e la cura?

Il gozzo tiroideo indentifica un ingrossamento della tiroide, che crea una forma proprio simile al gozzo. Questa situazione si manifesta sia in caso di ipertiroidismo sia di ipotiroidismo. Ovviamente ci sono patologie differenti. Possiamo infatti parlare di gozzo semplice, quando la tiroide è uniformemente aumentata di volume, senza la presenza di noduli.

tiroide

Il gozzo inoltre può essere endemico, se legato quindi a fattori ambientali, come per esempio, la carenza di iodio. Si identifica poi il gozzo multinodulare, quando quello semplice con il tempo sviluppa noduli. Molto spesso e soprattutto se ha un impatto anche estetico, questo problema si può trattare chirurgicamente.

È possibile poi distinguere tra il gozzo uninodulare tossico (morbo di Plummer), patologia abbastanza raro e caratterizzato da un tumore benigno nella tiroide, e il gozzo multinodulare tossico che presenta al suo interno uno o più noduli in grado di crescere e produrre ormoni tiroidei in modo autonomo e che a distanza di tempo può portare all’ipertiroidismo. Tra le disfunzioni di questa ghiandola si conta anche il gozzo diffuso tossico (morbo di Basedow), considerata una malattia autoimmune ed è la causa più frequente di ipertiroidismo.

Nella maggior parte dei casi il gozzo è ben tollerato (è più impattante a livello estetico). Molto spesso questo disturbo causa difficoltà respiratoria, fatica deglutire, deviazione della trachea e dell’esofago, cefalea, disfonia e tachicardia. In che cosa consiste la cura? Ovviamente la terapia dipende dal tipo di gozzo e di patologia cui è abbinato. Con l’ ipotiroidismo, si somministra tiroxina, mentre con l’ipertiroidismo, si utilizzano medicinali tireostatici. Se si tratta di un’infiammazione della tiroide, potrebbero essere necessari i corticosteroidi.

Via | Tiroide; My Personal trainer

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail