Cos'è la clinomania? Sintomi e cura per il desiderio di stare a letto

La clinomania è una patologia del comportamento che spinge chi ne soffre a restare a letto tutto il giorno. Vediamo quali sono le cause e come intervenire

Senza saperlo, a tutti è capitato, in molti momenti della vita, di soffrire di "clinomania", ovvero del desiderio incontrollabile di restare sdraiati a letto. Questo disturbo del comportamento non ha nulla a che vedere con la pigrizia, e neppure con la pur seria "sindrome da stanchezza cronica", ma piuttosto con una vera ossessione determinata, a sua volta, da una psicosi chiamata psicastenia. Nei casi più seri, infatti, la clinomania non è altro che un sintomo di depressione, associata ad altre patologie psichiche come ipocondria, fobie, paranoie.

Clinomania

La persona clinomane non resta a letto perché ama dormire, ma perché tra le coperte ritrova la stessa sicurezza del grembo materno, diciamo che per estensione le coltri del letto diventano il rifugio perfetto per una regressione allo stato fetale.

Come si intuisce, al di là della facile ironia, la clinomania è in realtà un disturbo che va trattato con la massima attenzione e soprattutto che va diagnosticato quanto prima, ovvero quando è ancora nelle fasi iniziali. Il sintomo principale è l'incontenibile, insopprimibile desiderio di stare accoccolati nel letto, avvolti nelle coperte e in posizione sdraiata.

Il clinomane "soffre" a doversi alzare, perché teme di dover affrontare il mondo e le sfide che il fatto di lasciare il letto comporta (andare a lavoro, incontrare le persone eccetera). La clinomania si manifesta nelle persone tendenzialmente ansiose, fobiche e inclini alla depressione, pertanto per trovare la forza di vincere il desiderio del letto si deve innanzi tutto agire sulle cause scatenanti.

Nelle neomamme la clinomania è un sintomo di depressione post partum. E' perciò indispensabile un trattamento psicoterapeutico professionale, ovvero il ricorso ad uno psicologo o ad uno psichiatra che aiutino il paziente a risalire all'origine del disturbo studiando un percorso di guarigione adeguato, anche con l'ausilio di farmaci.

Secondo alcuni recenti studi una forma non patologica di clinomania si manifesta addirittura nel 70% della popolazione, ma in questi casi si tratta di fenomeni transitori legati a momenti della vita di particolare stress. Se, però, il desiderio di stare a letto è tale d impedire di svolger una vita normale, allora è necessario prendere atto del fatto che esiste un problema e che va affrontato.



    1. Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su



App Store


    1. e su



Google Play
    ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail