Lo sperone calcaneare: cause, sintomi e rimedi

Lo sperone calcaneare è un'anomalia del tessuto osseo dei piedi che può provocare un doloroso disturbo infiammatorio chiamato tallonite. Vediamo sintomi e cure

Un persistente dolore al calcagno potrebbe essere il sintomo di un particolare disturbo osseo chiamato sperone calcaneare o anche spina calcaneare, che è anche una delle più frequenti cause di tallonite o tallodinia (infiammazione dolorosa del tallone del piede).

Lo sperone calcaneare consiste nella crescita anomala di tessuto osseo sotto il tallone del piede che, all'esame radiografico, appare come un uncino appuntito, simile proprio ad uno sperone o ad una spina.

Sperone-calcaneare

Questa neoformazione non di origine tumorale ma determinata dal deposito di sali di calcio, in genere non supera le dimensioni di qualche millimetro e si forma in direzione delle dita, pertanto quando si cammina, ma ancor di più di effettuano esercizi che sollecitano il calcagno (pensiamo solo alla corsa e ai salti per gli sportivi), si produce una infiammazione dolorosa.

Non sempre, però, la spina calcaneare dà sintomi, in molti soggetti tale deformazione non viene avvertita, ma quando provoca infiammazione, ovvero quando è all'origine di una tallonite, allora è necessario intervenire. La spina calcaneare crea problemi soprattutto agli anziani, alle persone in sovrappeso e alle donne in gravidanza, egli sportivi, come già detto.

Altri fattori di rischio sono malformazioni del piede, piede piatto, ripetute infiammazioni dei fasci plantari. Il tipo di dolore che viene determinato dallo sperone calcaneare è interno al tallone e localizzato, inoltre si fa acuto soprattutto al mattino, pertanto già questa caratteristica può portare l'ortopedico ad intuire il problema del suo paziente.

Un radiografia del piede servirà poi a "svelare" in modo chiaro la presenza della spina. Il trattamento consiste in diversi passaggi. Inizialmente si allevierà il dolore con il riposo e l'uso di plantari e fasce elastiche, eventualmente con impacchi di ghiaccio.

Quando l'infiammazione è in fase acuta possono essere utili farmaci da banco a base di ibuprofene o acido acetilsalicilico, ed eventualmente cortisonici (dietro prescrizione medica) E' importante, poi, eseguire degli esercizi di stretching e ginnastica per la caviglia e per il piede, e soprattutto l'uso di calzature adeguate consigliate dall'ortopedico.

Un ciclo di trattamenti di laser terapia a ultrasuoni può far sparire il dolore, ma se lo sperone calcaneare continuasse a dare problemi, la soluzione estrema è l'intervento chirurgico che si può eseguire in diversi modi. La fasciotomia plantare endoscopica, ad esempio, rimuove la fascia plantare del calcagno in modo a ridurre la tensione e permettere nello spazio creato la ricrescita di nuovo tessuto plantare.

Altri tipi di interventi prevedono la rimozione della spina o di solo una parte del tessuto plantare. A decidere come intervenire è lo specialista una volta che abbia determinato l'entità dell danno. I tempi di recupero sono abbastanza brevi, ma dipendono da caso a caso e comunque per la riabilitazione è meglio continuare ad eseguire gli esercizi di stretching e indossare calzature provviste di plantare ortopedico su misura.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail