Tumore allo stomaco: cipolla rossa e aglio aiutano a prevenirlo

Uno studio italiano ha scoperto che le persone che consumano abitualmente cipolla e aglio dimezzano la probabilità di ammalarsi di tumore. Vediamo perché

Cipolla e aglio sono sicuramente due grandi protagonisti della cucina mediterranea, ma sono anche delle formidabili armi di prevenzione contro il tumore allo stomaco. Mangiare spesso e volentieri questi bulbi odorosi, infatti, stando ai risultati di una ricerca italiana condotta dagli esperti dell'Istituto Mario Negri e dell’Università di Milano coordinati dal docente di epidemiologia Carlo La Vecchia su un campione di 777 persone, quasi dimezza la probabilità di sviluppare il carcinoma gastrico.

Cipolle-tumore-stomaco

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno selezionato i partecipanti allo studio dividendoli in due gruppi, uno (di 230 persone), che si era ammalata di cancro gastrico, e un altro più numeroso (di 547 persone), che invece non aveva sviluppato questo tipo di neoplasia, analizzandone di entrambi le abitudini alimentari.

Ebbene, sembra che bastino due porzioni di da circa 50 grammi di cipolle alla settimana per ridurre del 40% il rischio di ammalarsi di cancro dello stomaco, e se poi aggiungiamo anche un consumo giornaliero di aglio (anche inserito in altre preparazioni), riduciamo ancora il rischio di un buon 30%.

Secondo i ricercatori, il beneficio che questi umili bulbi esercitano sulla salute del nostro principale organo della digestioni sono legati al contenuto di composti solforati, ovvero quelle sostanze che conferiscono ad aglio e cipolla il caratteristico odore pungente.

Tali composti hanno una notevole funzione antimicrobica e antinfiammatoria e combattono in modo naturale la proliferazione dell'Helicobacter pylori, il batterio che è considerato il principale responsabile di tutte le patologie infiammatore dello stomaco e che predispone allo sviluppo del cancro.

Ma la cipolla, soprattutto quella rossa, contiene anche molti antiossidanti, tra cui flavonoidi (pigmenti che danno il colore all'ortaggio), e la querecetina, sostanze che hanno azione disinfettante e protettiva e che riducono i processi infiammatori.

In pratica, stiamo parlando di veri e propri antibiotici naturali che, però, a differenza di quelli farmacologici, si limitano a distruggere solo i batteri "cattivi" perseverando quelli "buoni", utili al processo digestivo. Tanto aglio e cipolla nelle nostre ricette, dunque, per mantenere in salute il nostro stomaco.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest
Via | corriere.it

  • shares
  • Mail