Il gonfiore addominale: cause e rimedi

Pancia e stomaco sono sempre gonfi? Potrebbe essere un problema di abitudini alimentari scorrette. Ecco come correre ai ripari

A volte nello stomaco o nell'intestino si accumulano gas che sembrano proprio non volerne sapere di andarsene. La conseguenza è il gonfiore addominale, un problema che può essere associato a un dolore che può essere anche molto forte. Ma cosa potrebbe aver scatenato tutto ciò?

Spesso le cause del gonfiore addominale sono semplicemente abitudini alimentari scorrette. L'accumulo di gas può ad esempio essere dovuto al consumo di cibi molto grassi, che rallentano lo svuotamento dello stomaco, oppure a quello di bevande gassate. Altre volte si aumenta improvvisamente il consumo di cibi che promuovono la fermentazione intestinale, ad esempio i legumi, che invece dovrebbero essere introdotti gradualmente nell'alimentazione di chi non è abituato a mangiarne grandi quantità.

In alcuni casi, invece, a creare il problema non è tanto quello che si mangia ma come si mangia. Ingurgitare il cibo velocemente può portare a inghiottire insieme agli alimenti anche quantità di aria sufficienti a scatenare il gonfiore. Inoltre anche stress, ansia e fumo possono scatenare gonfiori addominali.

Infine, in situazioni più complesse il gonfiore è associato a veri e propri problemi di salute: infezioni gastroenteriche, sindrome del colon irritabile, celiachia, intolleranza al lattosio sono alcune delle condizioni che possono includere fra i loro sintomi proprio il gonfiore addominale.

gonfiore cause

Quello che emerge da questo elenco è un quadro complesso da cui è però facile capire appare che i rimedi migliori dipende dalla causa alla base del gonfiore. In alcuni casi sarà sufficiente modificare le abitudini alimentari, in altri basterà ridurre il consumo di cibi che favoriscono la produzione di gas, ma non mancano nemmeno le situazioni in cui alcuni alimenti devono essere totalmente esclusi dall'alimentazione, come quelli contenenti glutine nel caso di chi convive con la celiachia.

Se semplici accorgimenti alimentari non risolvono il problema è meglio chiedere consiglio al medico, che analizzando la situazione e, eventualmente, prescrivendo opportune analisi potrà suggerire la soluzione più adatta al proprio caso.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Mayo Clinic

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail