Noci tutti i giorni, così l'alimentazione riduce il rischio di cancro alla prostata

Tenere alla larga il rischio di cancro alla prostata è possibile anche grazie alle noci!

Seguire un sano stile di vita, evitare il fumo, mangiare bene e fare attività fisica rappresentano degli ottimi metodi per tenere alla larga il rischio di cancro, ma una nuova ricerca dimostra adesso che anche mangiare delle noci tutti i giorni potrebbe aiutare a ridurre il rischio di tumore, e nello specifico, di tumore alla prostata. A giungere a questa conclusione sono stati i membri della University of California, che attraverso uno studio condotto sui topi hanno constatato che, in effetti, una manciata di noci ogni giorno può davvero allontanare il rischio di cancro alla prostata.

Gli esperti hanno scoperto che le diete ricche di noci hanno effettivamente rallentato la crescita del tumore nei topi, hanno ridotto il colesterolo ed hanno anche aumentato la sensibilità all'ormone insulina, condizione che aiuta a prevenire l'insorgenza di diabete.

Già precedenti studi avevano dimostrato che le noci aiutano a proteggere dal cancro al seno e dalle malattie cardiache. Gli ultimi risultati dimostrano inoltre che queste abbassano anche i livelli dell'ormone IGF-1, coinvolto sia nello sviluppo del cancro alla prostata che in quello del cancro al seno.

Il nuovo studio pubblicato sul Journal of Medicinal Food mirava adesso a scoprire se le proprietà benefiche delle noci fossero da attribuire ad un ingrediente in particolare, come ad esempio gli omega-3, che si trovano anche in molti altri alimenti.

rischio di cancro alla prostata noci

Il campione di topi è stato dunque nutrito con noci, olio di noce o con acidi grassi simili a quelli presenti nelle noci, per un periodo di 18 settimane.

Stando a quanto emerso, mentre i primi due gruppi avevano visto ridursi il colesterolo, ed avevano registrato un rallentamento della crescita del cancro alla prostata, i membri del terzo gruppo non avrebbero presentato gli stessi risultati, dimostrando così che ad abbassare il rischio di cancro non sarebbero nello specifico solo gli acidi grassi presenti nella noce, ma piuttosto una combinazione di più fattori.

Lo studio non ha ancora individuato quale possa essere l’esatta combinazione in grado di rallentare la crescita del cancro. Dalle analisi sarebbe però emerso un incremento dell’adiponectina e del PSP94, un soppressore del tumore, ed una diminuzione riduzione dei livelli di COX-2.

“Nel nostro studio i topi mangiavano l’equivalente di 70,6 grammi di noci – hanno fatto sapere gli autori della ricerca - È importante rendersi conto che 70,6 grammi di noci contengono circa 482 calorie. Questo non è insignificante, ma è meglio che mangiare una porzione di patatine fritte che ha 610 calorie. Dal consumo di noci, oltre al beneficio contro il cancro, possiamo anche ottenere benefici cardiovascolari”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail