Cancro al colon: l'olio d'oliva lo previene

Uno studio condotto da alcune Università italiane e dall'Istituto Karolinska di Stoccolma, ha scoperto come l'olio extravergine d'oliva sia in grado di prevenire il cancro del colon


Il cancro al colon è uno dei più diffusi e mortali al mondo, colpendo in egual misura uomini e donne, soprattutto dopo la mezza età.

Si tratta di un tumore che spesso vien diagnosticato tardi, perché i primi sintomi – come stitichezza e diarrea alternate, e sangue occulto nelle feci – vengono sottovalutati o scambiati per altri disturbi molto meno pericolosi.

Cancro-colon-olio

Per prevenire questa grave neoplasia, però, abbiamo un’arma potentissima a nostra disposizione: l’alimentazione. Sono infatti i cibi, e soprattutto alcune sostanze nutritive specifiche, i nostri migliori alleati nella lotta contro il cancro del colon, in grado di inibire la proliferazione incontrollata delle cellule tumorali maligne e di proteggere la salute di questo organo del nostro corpo.

A tal proposito, una bella notizia ci giunge dalla rivista Journal of Nutritional Biochemistry, sulla quale è appena stata pubblicata una ricerca condotta in collaborazione tra i ricercatori dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, dell’Università degli Studi di Teramo, dell’ Università degli Studi di Camerino dell prestigioso il Karolinska Institute di Stoccolma. Che cosa hanno scoperto gli studiosi?

Che il “nostro” olio extravergine d’oliva, uno dei simboli della dieta mediterranea e condimento “principe” delle nostre pietanze, ci può anche salvare, letteralmente, dal cancro al colon. Come? Grazie alla sua capacità di stimolare nell’organismo l’azione del gene CNR1, che funge da oncosoppressore. Ancora una volta, quindi, ci viene ribadita una qualità di questo prodotto mediterraneo che da sempre esiste nella nostra alimentazione e che, evidentemente, sempre più si conferma quale prezioso elisir di lunga vita:

ll nostro studio rafforza la fiducia nel fatto che una dieta appropriata possa aiutare a prevenire i tumori, ma anche altre patologie diffuse, come i disturbi neurologici, l'obesità e il diabete. I risultati hanno profonde implicazioni anche per l’impostazione di studi futuri. Dimostrano infatti che i cambiamenti epigenetici, ovvero quelli derivanti da fattori ambientali e, dunque, dall’alimentazione, sono potenzialmente reversibili

Spiega il professor Mauro Maccarrone, docente di Biochimica presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma e coordinatore dello studio. Il cancro al colon colpisce, solo in Italia, 40mila donne e 70mila uomini ogni anno, una percentuale che potrebbe quindi ridursi anche solo seguendo una dieta bilanciata e salutare fin da giovani.

La dieta mediterranea dei nostri nonni è quindi il regime giusto per garantirsi una vita in salute, perché, come molti studi continuano a dimostrare, è la migliore per proteggere la salute del cuore, per prevenire malattie degenerative del sistema nervoso come l’Alzheimer, per evitare l’eccesso di peso e, scopriamo ora, per tenere lontane malattie oncologiche gravi come il cancro al colon. Via libera all’olio d’oliva, a crudo e della migliore qualità: quando salute e gusto si incontrano nel piatto.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Fonte | Unicampus.it
Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail