Parkinson ed emicrania, esiste un legame

Esiste un legame fra emicrania e rischio di sviluppare il morbo di Parkinson? Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Le persone inclini a soffrire di emicrania durante la mezza età, corrono il doppio del rischio di sviluppare la malattia di Parkinson, ed a dimostrarlo sarebbe stato un nuovo studio pubblicato online su Neurology, la rivista medica dell'American Academy of Neurology. Secondo quanto emerso dalla nuova ricerca, sembra che a correre maggiori rischi siano per l’esattezza le persone che soffrono di emicrania con aura. Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno esaminato un campione di 5.620 persone di età compresa tra 33 e 65 anni, per un periodo di 25 anni.

All'inizio dello studio 3.924 persone non avevano sintomi di mal di testa, 1.028 persone avevano invece mal di testa, 238 persone soffrivano di emicrania senza aura e 430 di emicrania con aura. Durante il periodo di follow up, i partecipanti sono stati valutati anche per l’eventuale presenza di sintomi di Parkinson o della sindrome delle gambe senza riposo.

Stando a quanto emerso, sembra che le persone che soffrivano di emicrania con aura correvano maggiori rischi di ricevere una diagnosi di malattia di Parkinson rispetto alle persone che non soffrivano di mal di testa. Il collegamento emerso fra emicrania e Parkinson è comunque abbastanza basso, ed ulteriori ricerche devono ancora essere condotte per chiarire maggiormente tale legame, in modo da riuscire a comprendere, prevenire e curare al meglio questa malattia.

emicrania

Detto questo, dalla ricerca sarebbe emerso nello specifico che il 2,4% di coloro che soffrivano di emicrania con aura hanno sviluppato la malattia di Parkinson, rispetto all’1,1% di chi non aveva mal di testa. Le persone con emicrania con aura presentavano inoltre 3,6 volte maggiori probabilità di manifestare almeno quattro dei sei sintomi del Parkinson, e le donne con emicrania con aura presentavano anche maggiori probabilità di avere una storia familiare di malattia di Parkinson rispetto alle persone che non soffrivano di mal di testa.

“Anche se i risultati suggeriscono che l'emicrania potrebbe aumentare il rischio di Parkinson in età avanzata, questo rischio è ancora molto basso. – spiega il professor David Burn in merito alla ricerca – Abbiamo scoperto che esiste un piccolo legame tra l'emicrania e il Parkinson. Se ulteriori ricerche confermeranno questo legame, allora l'emicrania potrebbe essere considerata come uno di una serie di sintomi di allarme precoce utilizzati per identificare le persone a più alto rischio di sviluppare il Parkinson”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail