Glicemia alta: sintomi, rischi e cosa fare

Glicemia alta e dieta: quali alimenti è meglio assumere e quali è meglio invece evitare?

Quello della glicemia alta è un problema che va affrontato in maniera molto attenta, poiché valori eccessivi di zuccheri nel sangue possono comportare conseguenze molto serie, come l’insorgenza di gravi malattie, ad esempio il diabete. Le cause della glicemia alta possono essere molteplici, e per tenere sotto controllo il problema è necessario conoscere i valori normali della glicemia a digiuno e dopo i pasti, e i trattamenti e le scelte alimentari più indicate. Scopriamo qui quali sono i sintomi della glicemia alta, i rischi, e come affrontare il problema.

Glicemia alta: sintomi

Fra i sintomi della glicemia alta da non sottovalutare segnaliamo:


  • Sete eccessiva

  • Secchezza delle fauci

  • Bisogno di urinare più spesso rispetto al normale

  • Malessere generale, inappetenza e tendenza ad affaticarsi con più facilità

  • Dimagrimento

  • Disturbi alla vista (ad esempio visione offuscata).

Glicemia alta: rischi

Ma quali sono i rischi collegati a una glicemia alta? Avere livelli di zucchero nel sangue regolarmente alti, per lunghi periodi di tempo (mesi o anni) potrebbe causare danni permanenti a parti del corpo come gli occhi, i nervi, i reni e i vasi sanguigni. Può inoltre portare allo sviluppo o all'aggravamento di altre gravi condizioni serie, come il diabete di tipo 1 o quello di tipo 2. E’ dunque molto importante trattare i sintomi della glicemia alta fin da subito, in modo da prevenire eventuali complicazioni.

Glicemia alta: cosa fare

Ma cosa fare in caso di glicemia alta? Oltre a seguire le raccomandazioni che vi fornirà certamente il medico, sarà importante che il soggetto dia un taglio alla sedentarietà, e che si mantenga in movimento svolgendo quindi della regolare attività fisica. Inoltre, sarà importante bere molti liquidi non zuccherati e seguire una sana alimentazione.

Fermo restando che una corretta alimentazione non può sostituirsi alla terapia farmacologica eventualmente prescritta dal medico, una persona che presenta i valori della glicemia alti potrà comunque agire evitando determinati tipi di alimenti. In primo luogo, il soggetto dovrà evitare di mangiare in maniera sconsiderata, e dovrà invece porre molta attenzione nei confronti di ciò che mangia. Proprio grazie all'alimentazione potrete infatti riequilibrare i livelli di glicemia nel sangue, scongiurando il rischio di eventuali complicazioni.

Glicemia alta: cibi da evitare

Fra i cibi da evitare segnaliamo il pane bianco, il miele, la frutta secca (che andrà assunta saltuariamente), le patate al forno e fritte, i cracker, i cornflakes, il riso Arborio, e lo zucchero. E cosa mangiare in caso di glicemia alta? Dovranno essere assunti con moderazione alimenti come banane, uva e carote, mentre il semaforo è verde per alimenti come prugne, yogurt, latte magro, piselli, latte di soia, salmone, legumi, cereali integrali, verdure e così via. Fate attenzione ai succhi di frutta confezionati, poiché molto spesso sono ricchi di zuccheri aggiunti. In generale, evitate dunque di assumere quegli alimenti che presentano l’aggiunta di zucchero.

Il soggetto dovrà evitare i cibi ad alto contenuto di carboidrati e grassi, e scegliere quelli che scatenano una bassa risposta insulinica, preferendo alimenti come frutta e verdura, cereali e carboidrati complessi ad alto contenuto di fibre.

Glicemia alta

via | Farmaciamaiocchilegnano.it, Fondazioneveronesi.it, Nhs.uk,

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail