Diabete di tipo 2, rischi maggiori per chi è stressato al lavoro

Le troppe pressioni sul posto di lavoro ci rendono inevitabilmente stanchi, scontrosi e stressati, ma sapevate che lo stress eccessivo legato al proprio impiego, può anche aumentare il rischio di diabete di tipo 2?

Lo stress sul posto di lavoro potrebbe drasticamente aumentare il rischio di diabete di tipo 2, secondo quanto emerso da un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Psychosomatic Medicine. A renderlo noto sarebbero stati i membri dell'Istituto di Epidemiologia di Monaco di Baviera guidati dal professor Karl-Heinz Ladwig, che grazie a una ricerca condotta su un campione di più di 5000 lavoratori, sono giunti alla conclusione che lo stress sul posto di lavoro può rappresentare un significativo fattore di rischio per l'insorgenza del diabete di tipo 2, indipendentemente dal fatto che una persona sia in sovrappeso o sia normopeso.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno analizzato un campione di 5.300 uomini e donne di età compresa tra i 29 e i 66 anni. Tutti i partecipanti lavoravano a tempo pieno e non soffrivano di diabete all’inizio dello studio. Tuttavia, nel corso di un periodo di follow up durato 12 anni, a quasi 300 individui precedentemente sani è stato diagnosticato il diabete di tipo 2, una malattia che può aumentare il rischio di malattie cardiache ed altre gravi conseguenze.

I partecipanti allo studio hanno risposto ad alcuni sondaggi in merito ai livelli di stress lavorativo percepiti, quindi è stata analizzata la loro storia medica familiare, ed è stato registrato il loro indice di massa corporea (BMI). In base a tali dati, i ricercatori hanno constatato che il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 è stato superiore di circa il 45% per le persone sottoposte a livelli di stress lavorativi eccessivi, ovvero coloro che ricevevano enormi richieste, ma che avevano poco controllo sul proprio lavoro.

Diabete di tipo 2 lavoro

I risultati dimostrano quindi che anche tra i lavoratori con BMI sani, lo stress sul posto di lavoro può rappresentare davvero un fattore di rischio significativo per questa ormai fin troppo diffusa malattia.

"Secondo i nostri dati, - spiega il Prof. Karl-Heinz Ladwig - circa 1 persona su 5 nel mondo del lavoro è influenzata da alti livelli di stress. E non intendiamo il normale stress da lavoro, ma piuttosto la situazione in cui le persone percepiscono le richieste fatte loro come molto alte, e al tempo stesso hanno poco margine di manovra nel processo decisionale".

Commentando i risultati emersi dalla ricerca, il dottor Alasdair Rankin, direttore della ricerca presso il Diabetes UK, ha sottolineato: "Molti fattori hanno dimostrato di essere associati con il diabete di tipo 2, ma può essere difficile dire se si tratti di un effetto diretto sul nostro corpo, o se questi fattori ci rendono meno propensi a pensare alla nostra salute”.

Dal canto suo, Rankin sottolinea giustamente che il modo migliore per ridurre il rischio di diabete di tipo 2 è sempre quello di mantenere un buon peso corporeo, seguire una dieta sana ed equilibrata e fare esercizio fisico in maniera regolare.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Diabetes.co.uk

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail