Gravidanza, esporsi a piccole quantità di piombo aumenta il rischio di avere figli obesi

Le madri esposte a bassi livelli di piombo durante la gravidanza corrono maggiori rischi di avere bambini obesi.

Gli effetti dell'inquinamento da piombo sul cervello e sul sistema nervoso sono già ben noti, ma una nuova ricerca dimostra che i figli nati da madri che sono state esposte anche a bassi livelli di piombo durante la gravidanza, corrono maggiori rischi di essere obesi. Lo studio in questione è stato condotto in laboratorio e su modello animale, ed è molto importante, dal momento che conferma il collegamento tra l’esposizione al piombo e l’aumento di peso nei bambini. A giungere a tale conclusione sono stati i ricercatori dell'Università del Michigan, i quali hanno condotto l’esperimento sui topi, esposti, attraverso l'acqua potabile, a basse dosi di piombo due settimane prima dell’accoppiamento, poi durante la gravidanza e durante l'allattamento.

Stando a quanto emerso dallo studio, sembra che in particolar modo i topi maschi esposti a piombo presentavano circa il 10% di aumento di peso. Nel complesso, sia i topi maschi che le femmine mangiavano di più rispetto al gruppo di controllo, e nei maschi si sarebbe registrata anche un’alterazione dei livelli di insulina a 9 mesi di età.

“I dati supportano l'ipotesi secondo cui le esposizioni a sostanze tossiche nel grembo materno contribuiscono a un più alto tasso di obesità”, ha spiegato Dana Dolinoy, assistente professore di scienze della salute ambientale presso l'Università del Michigan.

Gravidanza piombo figli

Per comprendere quanto sia allarmante la situazione, bisogna inoltre sottolineare che i livelli di piombo a cui sono state esposte le cavie sono molto bassi, per cui appare quanto mai chiaro che non esiste un livello di sicurezza minimo per il piombo, una sostanza che un tempo si trovava comunemente nelle vernici e nella benzina, ma che si trova tuttora nelle vecchie case e nell’aria, nell’acqua, nel suolo, nel cibo e in alcuni prodotti di consumo comune.

Precedenti ricerche hanno dimostrato che l'esposizione al piombo diminuisce la crescita fetale e nella prima infanzia nei bambini, e che provoca l'obesità nella vita adulta. Il nuovo studio, pubblicato sulle pagine della rivista PLoS ONE, ha però fatto emergere come ciò a cui viene esposta una madre, anche prima della gravidanza, possa avere degli importantissimi impatti sui figli.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail