Cos'è Momendol Gel, le indicazioni e il prezzo

Il Momendol gel è un farmaco ad uso topico con proprietà antinfiammatorie. Vediamo come si usa e il prezzo in farmacia

Il Momendol gel di Angelini, è un farmaco ad uso topico a base di naprossene sodico che viene utilizzato in caso di dolore da infiammazione osteoarticolare o muscolare lieve o moderata.

Si tratta di una classica pomata antinfiammatoria da applicare con un massaggio sulla parte arrossata e dolorante, a patto, però, che la pelle sia perfettamente integra e priva di lesioni, ferite o abrasioni di qualunque tipo.

Momendol
In genere il Momendol gel 10% (in commercio troviamo il tubo da 50 ml), si applica due volte al giorno per alleviare stati dolorosi e tumefazioni provocate dai seguenti disturbi a carico di muscoli, scheletro o nervi:


  • Contratture e strappi muscolari
  • Mal di schiena
  • Lombalgia
  • Nevralgie e mialgie
  • Torcicollo
  • Reumatismi
  • Artrosi
  • Contusioni
  • Borsiti
  • Tendiniti
  • Tenosinoviti
  • Periatriti

Come si intuisce, la maggior parte dei problemi muscolo-scheletrici per attenuare i quali è utile l’applicazione del Momendol gel sono legati all’età e all’usura (è il caso dei reumatismi e dell'artrosi), oppure provocati da incidenti e traumi (sforzi, colpi, movimenti bruschi scomposti), o ancora da colpi di freddo (è il caso del torcicollo, ad esempio, o del classico “colpo della strega”).

Il naprossene sodico è un principio farmacologico non steroideo con proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e eantiessudative (in grado di assorbire eventuali liquidi accumulati sottocute a causa dell’infiammazione, ad esempio di una sinovite, che colpisce la membrana sinoviale e delle cartilagini).

Il Momendol gel si applica con leggero massaggio fino a completo assorbimento sulla zona colpita, ripetendo l’operazione due volte al giorno per una settimana di trattamento (da non superare), o anche meno se i sintomi regrediscono prima.

Il Momendol gel non ha particolari controindicazioni dal momento che si tratta di un farmaco ad uso locale, perché entra in modo sistemico nell’organismo solo in minime concentrazioni. Tuttavia, non si deve usare al di sotto dei 10 anni di età e durante il terzo trimestre di gravidanza, mentre nei restanti primi sei mesi della gestazione si può applicare solo dietro indicazione del medico e se strettamente necessario.

E’ raro che questo medicinale possa provocare effetti collaterali, se non legati ad una eventuale sensibilizzazione al principio attivo. In questo caso possono verificarsi eruzioni cutanee e fotosensibilizzazione ed è bene sospendere subito lì applicazione. Il prezzo del tubetto è di circa 7€ e ha una validità di 3 anni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| Angelini.it

  • shares
  • Mail