Le micosi delle unghie: come si trasmettono e come si curano

Le micosi delle unghie sono infezioni fungine che attaccano le unghie di mani e piedi e ne provocano la distruzione. Vediamo contagio e possibili terapie

Colpiscono prevalentemente le unghie dei piedi (con predilezione per l’alluce), provocandone il disfacimento. Sono i funghi responsabili delle micosi – precisamente onicomicosi - infezioni molto diffuse e fastidiose.
I microrganismi infettivi, i miceti, sono in genere funghi che già sono presenti nella pelle umana, o che si trovano comunemente in tutti gli ambienti, soprattutto caldi e umidi, risultando nella maggior parte dei casi innocui.
Micosi-unghie
In presenza di fattori scatenanti, però, e soprattutto di ridotte difese cutanee, possono proliferare generando le micosi. Questo tipo di patologia infettiva si manifesta con sintomi diversi a seconda del microrganismo che le causa (in genere Candida, dermatofiti che colonizzano le aree del corpo ricche di cheratina, e le muffe).

Ad esempio, molto spesso l’infezione si ingenera lungo il bordo esterno dell’unghia per poi estendersi al letto ungueale e provocare la comparsa di una macchia giallognola (o di altro colore più scuro) sull’unghia che diventa friabile e tende e sollevarsi e sbriciolarsi.

In altri casi, invece, la micosi produce un’ulcerazione della matrice dell’unghia con formazione di pus e sangue. Come si trasmettono le onicomicosi? Si tratta di infezioni molto contagiose, che però necessitano di fattori ambientali che facilitino la trasmissione dei miceti. Ecco come prevenire il contagio:


  • Evitare di camminare a piedi nudi in luoghi pubblici umidi, soprattutto se riscaldati (ad esempio saune) o in estate, tra cui docce, piscine, bagni
  • Curare l’igiene scrupolosamente e asciugarsi sempre molto bene mani e piedi dopo il lavaggio
  • Evitare lo scambio di asciugamani o indumenti usati e umidi
  • Non scambiarsi calze, collant e calzini usati
  • Lavare sempre i calzini e gli asciugamani ad una temperatura di almeno 60°


  • Usare forbicine, tronchesine, lime e altri strumenti per la cura delle unghie accuratamente puliti e asciugati, e pretendere che quelli utilizzati dalle vostra estetista per la manicure e la pedicure siano sterilizzati
  • Effettuare ogni tanto un pediluvio con acqua a bicarbonato di sodio (che ha un ottimo effetto antimicrobico) o con qualche goccia di olio essenziale di tea tree
    Usare calze e scarpe traspiranti in materiali naturali

Se, nonostante tutta la vostra attenzione, la micosi delle unghie dovesse manifestarsi, ai primi sintomi – ispessimento e comparsa di macchie colorate o scure sull’unghia, che diventa fragile e ondulata – prima di arrivare al sollevamento del letto ungueale e allo sbriciolamento dell’unghia, occorre recarsi subito dal dermatologo.

Le terapie antimicotiche sono molto efficaci, anche se lunghe, e in genere prevedono l’azione combinata di prodotti ad uso orale e topico, come l’applicazione di speciali smalti che abbassano il Ph ungueale sì da inibire la proliferazione fungina. Durante la terapia è importante curare bene l’igiene e stare attenti a disinfettare le unghie con i prodotti consigliati dal medico, evitado di toccare le altre unghie dopo aver medicato quelle infette.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail