Il Ministero della Salute condannato a pagare 400mila euro per danni morali

Il ministero della Salute condannato a pagare una somma pari a 400.000 euro per danni morali?

Il ministero della Salute sarebbe stato condannato per danni morali, e dovrà quindi risarcire una paziente. La vicenda riguarda per l’esattezza una donna, Franca Recalcati, la quale avrebbe subito appunto danni morali e materiali durante una trasfusione di sangue, e per questa ragione, secondo quanto riportato, avrebbe fatto causa al ministero della Salute. Proprio a causa di tali trasfusioni, la donna avrebbe infatti contratto una malattia infettiva, l’epatite C.

Dopo aver fatto causa al Ministero della Salute, la donna ha ottenuto il riconoscimento dei suoi diritti. Il giudice Giorgio Alcioni della X Sezione del Tribunale civile avrebbe infatti accolto l'istanza, ed avrebbe quindi condannando il Ministero a pagare una somma di 400.000 euro. Inoltre, il Ministero dovrà anche coprire le spese di giudizio, con una somma di 12.400 euro.

Per il momento non conosciamo altri dettagli in merito a questa delicata vicenda, per cui non rimane che attendere maggiori informazioni in proposito.

Cos’è l’Epatite C?

epatite C ministero salute

L’epatite C è una patologia causata dal virus HCV, che si trasmette generalmente mediante il contatto diretto con sangue infetto, per cui il rischio di contrarre la malattia risulta essere particolarmente elevato per le persone sottoposte appunto a trasfusione di sangue, per le persone che condividono aghi (ad esempio coloro che si iniettano droghe), per gli operatori sanitari esposti a sangue infetto, per chi si fa fare piercing o tatuaggi con attrezzi non sterili ed in ambienti inadeguati, e così via. Fra i sintomi della malattia si segnalano affaticamento, dolori alle articolazioni, nausea, dolore nelle zone del fegato, mancanza di appetito, vomito, ittero, febbre.

Tale malattia può comportare una serie di complicazioni, come ad esempio cirrosi, maggiore rischio di sviluppare il cancro al fegato, insufficienza epatica. Le persone affette da Epatite C dovranno evitare alcolici e farmaci che possano stressare il fegato, e dovranno sottoporsi ad un eventuale trattamento adeguato e a controlli periodici.

via | Corriere, Farmacoecura

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail