I tumori della pelle: quali sono e come riconoscerli

Scopriamo quali sono i principali tumori della pelle e i sintomi per riconoscerli

I principali tumori, sia benigni (o precancerosi), che maligni che possono colpire la pelle sono quattro, ciascuno dei quali con caratteristiche e varianti specifiche.

Il più diffuso, conosciuto e temuto è senza dubbio il melanoma, ma la cute umana può diventare sede di altre neoplasie che sono la cheratosi (semplice e attinica), il basalioma e il carcinoma spinocellulare. Vediamo le caratteristiche e i sintomi di ciscuno per poterli riconoscere.

Tumori-della-pelle


  1. Cheratosi. E’ una lesione benigna della pelle, che insorge con l’età e si manifesta sotto forma di chiazze più scure (definite “senili”), legate al processo di invecchiamento della pelle che può essere più o meno accentuato e più o meno precoce. La cheratosi interessa le parti del corpo più esposte all’azione dei raggi UV del sole (viso, mani, braccia, gambe), ed è provocata da una iper stimolazione localizzata delle cellule che producono la melanina (i melanociti). Sebbene la cheratosi sia benigna, è comunque meglio far controllare rogolarmente le macchie da un dermatologo
  2. Cheratosi attinica. Anche questa lesione tumorale è benigna, tuttavia viene considerata precancerosa, ovvero da tenere sotto controllo perché suscettibile, in presenza di fattori scatenanti, di trasformarsi in maligna. Questo tumore insorge più facilmente in età avanzata, ma può colpire anche le persone giovani che non si proteggano (o non l’abbiano fatto nel passato) con adeguate creme solari dai raggi ultravioletti del sole. La cheratosi si manifesta con la comparsa di squame secche e rilevate, di colore giallastro o grigiastro, non pruriginose e circondate da un alone rossastro. Le zone dell’epidermide più facilmente soggette a cheratosi attinica sono il cuoio capelluto, gambe, braccia, mani e padiglioni auricolari
  3. Melanoma. Si tratta di un tumore maligno pericoloso perché può colpire anche in giovane età le persone che si siano esposte al sole per anni (ma lo stesso effetto dannoso lo producono le docce e i lettini solari) senza adeguata protezione. Questa forma di cancro è provocata dalla proliferazione incontrollata e abnorme dei melanociti in un punto qualunque dell’epidermide oppure a partire da un neo preesistente. Di melanoma ne esistono 4 tipi:
    A diffusione superficiale: è il più comune e il meno aggressivo perché tende ad accrescersi verso la superficie della cute e non verso l’interno
    Nodulare: il più aggressivo perché fortemente invasivo, in grado di produrre metastasi in altri organi. Insorge soprattutto sulla testa, sul torace, sulla schiena e sul collo
    Lentigo maligna: è tipico degli anziani, progredisce lentamente e ha un basso grado di malignità. Si manifesta, inizialmente come una macchia cutanea simile a quelle della cheratosi
    Acrale: è un melanoma particolare, dall’aspetto simile ad un ematoma che insorge sotto le unghie o nelle piante di mani e piedi e che può diventare molto aggressivo se non trattato in tempo
    I sintomi del melanoma sono facili da riconoscere, basta ricordarsi le prime lettere dell’alfabeto quando si osservano i propri nei:
    A, come asimmetria
    B, come bordi (irregolari)
    C, come colore (non uniforme e talvolta “strano”, con sfumature azzurre, rosse, rosa)
    D, come diametro (quello del melanoma è più grande di 5 mm)
    E, come evoluzione (rapida nel tempo)
  4. Basalioma. Questo tumore viene anche chiamato epitelioma basocellulare o carcinoma basocellulare, è una lesione maligna che non dà metastasi in altri organi, ma che può estendersi alle porzioni di cute vicine alla sede di insorgenza fino ad assumere grandi dimensioni o diffondersi in profondità. Si manifesta con la comparsa di nodulino rosato, dalla superficie lucida e liscia (o squamosa). Talvolta si presenta come un’ulcerazione che non guarisce. Insorge soprattutto sul viso (naso e orecchie)
  5. Carcinoma spinocellulare. Si tratta di un tumore che può colpire sia la pelle che le mucose, ma che si manifesta soprattutto sulle aree cutanee più esposte alla luce del sole nelle persone di carnagione chiara, come cuoio capelluto, mani, braccia, viso. I sintomi sono la comparsa di chiazze con pelle arrossata, desquamata o ulcerata. Talvolta questo tumore si presenta come una verruca dai bordi irregolari che si ricopre di croste sanguinanti

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail