Psicologia, cancellare i ricordi negativi sarà presto possibile grazie a un farmaco?

Cancellare la paura legata a brutti ricordi sarà presto possibile grazie a un farmaco?

Cancellare i brutti ricordi: vi piacerebbe? Per coloro che hanno risposto “si” a questa domanda, potrebbe essere in arrivo una gradita sorpresa, ovvero un farmaco che potrebbe aiutare tutte le persone che soffrono di fobie o di disturbi da stress post traumatico. Il farmaco in questione (il levodopa, o L-Dopa) è attualmente utilizzato per trattare la malattia di Parkinson, ma secondo quanto emerso dagli studi condotti da un team di scienziati tedeschi, potrebbe rappresentare un ottimo alleato anche per eliminare dalla propria mente quei "ricordi" che continuano a turbarci.

Uno degli autori della ricerca, Raffael Kalisch, membro dell'University Medical Center Mainz ha da poco presentato i suoi risultati durante una conferenza tenutasi a Milano, dove ha fatto sapere che sono attualmente in corso degli esperimenti su topi e su volontari umani, al fine di identificare chiaramente i meccanismi psicologici e neurobiologici di ansia e paura.

"La paura – avrebbe spiegato il ricercatore - è una reazione essenziale per la salute e la sopravvivenza, ma i ricordi legati a quelle situazioni possono causare ansie a lungo termine e fobie". Comprensibilmente, riuscire a cancellare la paura associata ad un trauma potrebbe però donare vero benessere al paziente, la cui vita migliorerebbe notevolmente.

Psicologia, cancellare i ricordi

Per eliminare tale paura sarebbe dunque necessario un intervento psicoterapeutico, abbinato ad un trattamento più specifico. Gli autori della ricerca hanno infatti scoperto che il processo di modifica delle associazioni negative potrebbe coinvolgere i meccanismi cerebrali legati a piacere e ricompensa, per cui ad entrare in gioco sarebbe il rilascio della dopamina, ovvero un neurotrasmettitore che controlla questi meccanismi.

"Agire sui meccanismi che regolano la dopamina nel cervello – spiega infine Raffael Kalisch - è una via promettente per stabilire strategie di prevenzione primaria e secondaria della paura".

Non rimane che attendere ulteriori ricerche in proposito.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail