I sintomi della gastrite, le possibili cause e i rimedi

La gastrite è l'infiammazione della mucosa dello stomaco dovuta a cause diverse. Vediamo sintomi e cure efficaci

La gastrite è una patologia infiammatoria molto diffusa e fastidiosa, che si manifesta in forma acuta e può cronicizzarsi.

Si tratta dell’infiammazione delle mucosa che riveste lo stomaco internamente, a sua volta causata da diversi fattori, sia organici che emotivi, psicogeni.
Gastrite
Stress, fumo, abuso di bevande alcoliche e di alimenti troppo grassi e acidi, abitudine a mangiare in fretta e persino infezione da parte di un batterio (Helicobacter Pylori) o autoimmunità, sono le cause possibili della gastrite acuta o ricorrente.

L'infiammazione dello stomaco può essere di due tipi diversi: acida o ipoacida, e i sintomi con cui si manifesta saranno, perciò diversi. Vediamo come scoprire quale sia il nostro tipo di gastrite.


  • Gastriti acide:
    Dolore e bruciore nella zona epigastrica con irradiazione alla schiena nella zona retrosternale
    Dolore che insorge sia a digiuno che dopo i pasti, ma ch si attenua quando si mangia (soprattutto un cibo asciutto come pane o biscotti)
    Eruttazioni acide, senso di pienezza gastrica, stomaco gorgogliante
  • Gastriti ipoacide:
    Nausea, talvolta vomito
    Senso di peso allo stomaco
    Sazietà precoce
    Gonfiore addominale
    Difficoltà a digerire

Come si cura la gastrite? Intanto, per individuare la terapia corretta, è necessario sottoporsi ad un accurata visita dal gastroenterologo, descrivere i propri sintomi (può essere utile segnarli su un foglio), e poi effettuare alcuni esami come la gastroscopia e il Breath Test (il test del respiro per scoprire la contaminazione da Helicobacter Pylori).

Se, infatti, la causa dell’infiammazione gastrica è l’azione irritativa del batterio, una cura antibiotica sarà la soluzione giusta. Negli altri casi, è bene modificare lo stile di vita smettendo di fumare, riducendo le bevande alcoliche e seguendo una dieta leggera, e, per ridurre i sintomi in fase acuta, assumere i seguenti farmaci dietro indicazione medica:


  • Antiacidi e inibitori della pompa protonica, che neutralizzano l’iperproduzione di acido cloridrico nelle gastriti acide. Questi farmaci vanno usati per un periodo di tempo limitato, perché alla lunga potrebbero avare un effetto contrario
  • Procinetici, farmaci che agevolano lo svuotamento gastrico (utili in caso di gastrite ipoacida)
  • Protettori della mucosa gastrica (Pantoprazolo, Lanzoprazolo eccetera)

Nel caso di gastriti nervose, è utile anche intraprendere un percorso psicologico che permetta di risalire alle cause dell'ansia che è all'origine del disturbo, e magari seguire dei corsi di meditazione o di training autogeno che aiutino chi ne soffre a ritrovare in modo naturale il proprio equilibirio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail