Ricerca, tra le menti più brillanti al mondo ci sono 55 italiani

15 i nomi nelle scienze mediche, 7 nella farmacologia. L'Italia si conferma fra le eccellenze mondiali

Il 2% delle menti più brillanti del pianeta sono italiane. Fra queste, più di 1 su 4 lavora nell'ambito delle scienze mediche. A decretarlo è il report dell'istituto Thomson Reuters intitolato The World’s Most Influential Scientific Minds: 2014 e contenente l'analisi delle pubblicazioni più influenti nel mondo scientifico, da cui è emersa la top list dei ricercatori che hanno pubblicato il maggior numero di articoli più quotati dagli altri scienziati in tutto il pianeta.

Il report è diviso in due parti ed è basato sulle informazioni contenute in InCites™Essential Science Indicators?, la principale piattaforma per l'analisi delle ricerche basata sul web, e su quelle catalogate da Web of Science™, la piattaforma web dell'istituto Thomson Reuters per la ricerca scientifica e studentesca. Nella prima parte è stato stilato l'elenco dei ricercatori considerati più influenti; tutti hanno pubblicato recentemente almeno 15 lavori scientifici con un livello di citazioni sensibilmente elevato. La loro lista è stata stilata sulla base delle citazioni ottenute nel 2013 da articoli pubblicati tra il 2011 e il 2013. La seconda parte ha invece previsto di aggiornare la lista dei ricercatori più influenti al mondo (la Highly Cited Researchers).

"Le citazioni offrono una testimonianza diretta dei lavori che gli scienziati stessi ritengono essere i più importanti nella ricerca in divenire", spiega Gordon Macomber, direttore generale di Thomson Reuters Scientific and Scholarly Research. "Analizzando queste reti di citazioni è possibile identificare le persone, le pubblicazioni, i programmi più influenti. Le classificazioni in Highly Cited Researchers riflettono davvero il giudizio positivo da parte dei colleghi", sottolinea Macomber, "e costituisce una banca dati consultabile contenente l'élite dei ricercatori scientifici più influenti al mondo".

image

Fra i 3.200 studiosi più citati del mondo ci sono ben 55 italiani, fra cui . Di questo nutrito gruppo fa parte anche Michele Baccarani, esperto dell'Università di Bologna che presiede il nuovo Comitato scientifico nominato dal Ministero della Salute per dare un parere sul metodo Stamina. Insieme a lui compaiono nell'elenco anche ricercatori del Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr), dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), dell’Agenzia spaziale italiana (Asi) e dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit), ma non solo. In totale sono 15 i cervelloni italiani che si distinguono in campo medico, 7 i farmacologi.

"Scienza e innovazioni sono forti fattori trainanti del futuro - e queste persone stanno dando vita a questo futuro", commenta Basil Moftah, presidente di Thomson Reuters IP & Science. "La natura globale dello studio evidenzia i paesi, le istituzioni e i ricercatori di spicco nella scienza". E l'Italia, senza dubbio, c'è.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Thomson Reuters

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail