I sintomi della colite cronica e i rimedi migliori

La colite è un'infiammazione del colon che può assere acuta o cronica e avere cause patologiche e psicogene. Vediamo come riconoscere e trattare questo fastidioso disturbo

La colite, ovvero l’infiammazione del colon, la porzione finale dell’intestino, è un disturbo molto comune, in parte figlio dei nostri tempi e dell’alimentazione troppo raffinata e poco naturale.
Ma ad innescare questa patologia, che può essere acuta o cronica, si sono molti fattori, alcuni non del tutto chiari.

Colite-cronica

Come tutte le malattie infiammatorie dell’intestino - tra cui la generica sindrome dell’intestino irritabile e il morbo di Crhon – anche la colite viene infatti favorita da fattori psicogeni, come stress e ansia, e da reazioni anomale del sistema immunitario, sovente legate a lievi intolleranze o sensibilità ad alcuni alimenti o ad alcune sostanze contenute nei cibi.

In passato malattie intestinali non provocate da virus o parassiti erano molto rare, perché l’alimentazione era molto più ricca di fibre, che sono quelle sostanze alimentari che il corpo non digerisce, ma che mantengono “pulito” e sano l'intestino, organo anche definito il “secondo cervello”.

Ritmi di vita sempre più frenetici, l’abitudine a consumare i pasti in tutta fretta, e di mangiare cibi troppo ricchi di grassi e di zuccheri, sono altrettante abitudini "moderne" che aumentano il rischio di infiammare il colon. I sintomi della colite cronica – che ha la caratteristica di presentarsi a ondate, con fasi di regresso e altre di recrudescenza del disturbo - sono i seguenti:


  • Diarrea alternata a stipsi
  • Meteorismo
  • Flatulenza
  • Dolori addominali che partono dall’area inferiore destra e poi si propagano a tutto l’addome
  • Crampi e spasmi della muscolatura addominale bassa

Come intervenire per alleviare la colite? Dipende dalle cause. Se il problema è scatenato da un intolleranza alimentare, da scoprire attraverso i test allergologici, è necessario sospendere l’assunzione dell’alimento o della sostanza incriminata e reintrodurla gradualmente secondo le indicazioni del medico. Talvolta, però, è sufficiente eliminare, almeno per un certo periodo, alcuni cibi che più facilmente, in persone predisposte, favoriscono l’infiammazione del colon.

Tra queste il pane fresco, la pizza e i dolci da forno lievitati (ma anche la birra), i formaggio stagionati in generale i latticini (inclusi i gelati), le bevande alcoliche e i cibi fermentati. In fase acuta è bene non assumere troppe fibre che possono contribuire a irritare la mucosa intestinale già infiammata, ma in realtà è proprio una dieta più naturale e “grezza” possibile che può prevenire il disturbo e risolverlo.

Cereali integrali (tra cui pasta e riso), frutta e verdura (sia cruda che cotta), yogurt e legumi sono i cibi che proteggono l’intestino e lo mantengono in salute riducendo la predisposizione alle infiammazioni. Chi soffre di colite cronica dovrebbe evitare i farmaci, cercare di mantenere il proprio peso forma anche praticando regolare attività fisica, perché la sedentarietà è una delle cause del problema.

Il fumo è altresì un grande nemico, quindi le sigarette andrebbero evitate (consiglio valido sempre e comunque). Infine, un buon rimedio naturale potrebbe essere l’aloe vera, che ha un buon potere sfiammante, lenitivo e cicatrizzante e permette quindi alla mucosa del colon di rigenerarsi, mentre per ridurre il sintomo del meteorismo la soluzione è assumere un integratore a base di carbone vegetale, che assorbe i gas intestinali, almeno per alcuni periodi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail