Come sono fatti i condilomi in bocca? Gli esami da fare e la cura

I condilomi sono delle lesioni della mucosa orale di vario tipo, spesso provocate dal contagio con il Papilloma virus umano. Vediamo come riconoscerli e intervenire

I condilomi sono delle verruche che possono formarsi per varie cause sulle mucose genitali o della bocca (condilomi orali).

In buona parte dei casi si tratta di sintomi del contagio da Papilloma virus umano (HPV), una malattia che si trasmette per via sessuale attraverso rapporti intimi non protetti, oppure attraverso il contatto con parti del corpo o oggetti contaminati dal virus.
Condilomi-bocca
Va detto che non tutte le verruche orali sono, però, provocate da questo agente patogeno. In generale le categorie di condilomi che possono insorgere nel cavo orale sono tre: il papilloma squamoso, la verruca volgare, il condiloma acuminato. Vediamo le caratteristiche di tutti e tre in modo da poterli riconoscere.

La verruca volgare anche detta porro, del cavo orale è piuttosto rara, dato che questo condiloma più facilmente insorge nella mani o nei piedi, e si manifesta come una lesione rosso vermiglio su lingua, gengive o labbra, soprattutto nei bambini. In genere i piccoli si trasmettono la verruca come contagio da lesioni presenti in alter parti del corpo.

Questo condiloma è asintomatico, ovvero non provoca fastidio o dolore, e si può curare con farmaci ad uso topico anche omeopatici. Il papilloma squamoso è invece un condiloma pendulo, inizialmente di piccole dimensioni ma che può crescere fino a qualche cm, isolato, di colore variabile dal rosa al bianco. In questo caso la cura è l'ablazione con la criorimozione o la bruciatura con il laser a seconda della zona in cui si forma la verruca, oppure la terapia con farmaci topici.

Veniamo al caso dei condilomi acuminati, sempre provocati dal Papilloma virus umano, in genere attraverso rapporti oro-genitali non protetti, ma anche per auto inoculazione portando il virus alla bocca con le mani. Il tempo di incubazione di questi condilomi è di circa 3-4 mesi dopo il contagio. Le lesioni appaiono dello stesso colore rosato delle mucosa, come delle escrescenze appuntite, lisce, di ridotte dimensioni che possono essere singole o a grappolo, quindi multiple.

Si curano come i condilomi genitali, ovvero con la crioterapia la diatermocoagulazione o la laser terapia che permettono di rimuovere del tutto la lesione. Tuttavia, se si è contratto il virus, cosa che viene confermata dalla positività all'HPV test, i condilomi tendono a ripresentarsi, per questa ragione la cura migliore rimangono la prevenzione e il vaccino.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail