Condilomi genitali, come riconoscerli e come scegliere la cura migliore

I condilomi genitali, o verruche, sono delle lesioni della mucosa intima causate da agenti infettivi in genere a trasmissione sessuale. Vediamo sintomi e cure

I condilomi, anche detti creste di gallo o verruche genitali, sono delle lesioni che compaiono sulla mucosa intima a seguito dell’infezione da HPV, o Papilloma virus, che si trasmette prevalentemente per via sessuale.

A causare i condilomi può essere, molto più raramente, anche un’altra malattia venerea molto seria, la sifilide, e in questo caso la lesione viene definita silfiloma iniziale, e rappresenta il primissimo sintomo della malattia che nella maggior parte dei casi passa del tutto inosservato.
Condilomi
I condilomi del Papilloma virus possono essere si due tipi: piani, o acuminati (di gran lunga i più frequenti). In questo secondo caso si manifestano nell’area vulvo-anale nelle donne, o sulla sommità del pene e nella zona anale negli uomini, come delle escrescenze di color rosa-bruno, appuntite e raggruppare a grappolo.

I condilomi piani, invece, come intuibile, appaino piatti e di color rosa tenue. In entrambi i casi le verruche non provocano fastidio, al limite un po’ di prurito, e va detto subito che non sono gravi.

Infatti i virus appartenenti al ceppo dell’HPV umano (davvero molto numeroso) che provocano i condilomi non sono quelli più pericolosi, ovvero non sono quelli che causano il cancro all’utero e alla cervice nelle donne. Detto questo, non bisogna comunque trascurarli.

Queste lesioni genitali si contagiano molto facilmente attraverso i rapporti sessuali non protetti, ma anche, seppur meno di frequente, con il semplice contatto mano-genitali durante l’igiene intima. Il tempo di incubazione del virus all’interno del corpo umano è di un paio di settimane, trascorse le quali possono comparire le creste di gallo.

Inizialmente poco numerose, le verruche genitali possono, se non trattate, moltiplicarsi. Durante la gravidanza è più facile che una donna ne venga colpita, ed è bene risolvere il problema prima del parto perché i condilomi, e quindi il virus, si potrebbero trasmettere al bambino.

Per giungere a duna diagnosi bisogna effettuare una visita ginecologica o andrologica con PAP-test (per le donne) e HPV test , che permetteranno di individuare anche la terapia migliore per ogni caso. Le cure per eliminare i condilomi sono diverse, considerando, inoltre, che in un buon 20% dei casi le verruche guariscono spontaneamente. Nel restante 80% dei casi, però, le opzioni sono le seguenti:



  • Farmacologica, attraverso l’applicazione pomate ad uso topico in grado di distruggere le lesioni o l’assunzione di farmaci che stimolino il sistema immunitario a combatterle


  • Chirurgica. Crioterapia (o cura del freddo), diatermocoagulazione e laserterapia sono le soluzioni migliori, perché si tratta di tecniche collaudate che permettono l'ablazione totale della lesione

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail