Seguire la dieta Dukan: le ricette per la fase 1 di attacco

La dieta Dukan è un regime dimagrante ipocalorico e iperproteico che consente di perdere fino a 6 kg in un mese. Consta di 4 fasi, vediamo cosa si può mangiare in quella di attacco

La dieta Dukan è senza dubbio uno dei regimi dimagranti che godono di maggior popolarità sia tra le celebrità dello showbiz che tra i “comuni mortali” afflitti dal problemi dei chili in eccesso.

Quella inventata dall’ex medico francese Pierre Dukan (radiato dall’ordine per una prescrizione azzardata ad una sua paziente diabetica), si è infatti imposta come esempio efficace di dieta ipocalorica e iperproteica in grado di far perdere peso in poco tempo, grazie al collaudato meccanismo di innesco della chetosi, che permette di intaccare le riserve di grasso accumulate.
Dieta-Dukan
Seguendo le 4 fasi in cui si struttura la Dukan (che in realtà si chiama dieta Protal), si possono perdere fino a 6 kg in un mese. Sono soprattutto le prime 2 (di "attacco" e di "crociera") le fasi realmente dimagranti, in cui gli alimenti concessi sono davvero pochi, ovvero proteine magre (pesce e carne, uova, latticini magri e derivati della soia) crusca d’avena, condimenti light come succo di limone, senape, aceto, alcuni tipi di vegetali (solo a partire dalla fase 2).

La prima fase della dieta Dukan, quella di attacco, è davvero molto restrittiva, perché non concede neppure la verdura, ma si deve seguire solo per 2-5 giorni (a seconda che si debbano smaltire più o meno di 5 kg), e che ci crediate o meno, è possibile persino inserire i dolci nel menù. Vediamo delle semplici ricette adatte proprio a questi primi giorni di dieta.

Budino al latte


Ingredienti

: 300 ml di latte scremato, 20 gocce di dolcificante liquido, 1 uovo, 2 fogli di gelatina, 1 fiala di aroma alla vaniglia, al caramello o alla frutta. Preparazione: ammollate i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda, poi, in un pentolino, versate il latte e mescolatelo con il tuorlo dell'uovo, il dolcificante e l'aroma alimentare. Fatelo scaldare a fuoco medio ma senza arrivare all'ebollizione, mescolando. Spegnete e aggiungete i fogli di gelatina strizzati e versate il liquido nello stampo, quindi lasciate che si raffreddi. Riponete in frigo e fate rapprendere il budino per almeno 2-3 ore.

Omelette al tonno o bresaola


Ingredienti

: 3 uova, tonno al naturale in scatola o due-tre fette di bresaola e formaggio magro spalmabile. Preparazione: con le uova fate una frittata sottile in una padella antiaderente (o al forno), e farcitela con una mousse di tonno e formaggio (o bresaola e formaggio) passati al mixer. Arrotolate l'omelette, avvolgetela in una pellicola e lasciatela in frigo ad insaporire. Potete mangiarla anche dopo un giorno.

Salmone al forno


Ingredienti

: tranci di salmone fresco (1 a testa), crusca d’avena o di frumento (1 cucchiaio a testa), sale, pepe, succo di limone e prezzemolo. Preparazione: in una placca da forno ricoperta di carta forno adagiate i tranci di salmone marinati con il succo di limone e spolverati con il prezzemolo tritato mescolato alla crusca. Infornate a 180° per mezzora, quindi fate dorare sul grill per qualche minuti prima di servire.

Tortino al cioccolato


Ingredienti

: 2 cucchiai di maizena, 2 cucchiai di crusca d'avena, 3 cucchiaini di cacao magro in polvere, 4 cucchiaini di dolcificante liquido, 2 cucchiai di formaggio cremoso light, 1 uovo intero. Preparazione: in una ciotola versate maizena, 3 cucchiai di cacao e crusca, mescolate e unite 3 cucchiai di dolcificante e l'uovo. Create un impasto omogeneo e cremoso e versatelo in una tortiera, quindi infornate a 180° per circa mezzora. Preparate la farcitura mescolando il formaggio spalmabile con un cucchiaio di cacao e uno di dolcificante e poi usate la crema per ricoprire il tortino.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail