Sessualità, svelati i falsi miti sulla contraccezione

I miti sulla contraccezione in Italia svelati grazie a un sondaggio: ecco cosa pensano le ragazze del nostro Paese in merito alla sessualità.

Di falsi miti sulla contraccezione ne esistono molti, troppi, ed a svelarli ci pensa un sondaggio condotto in 17 Paesi (Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Colombia, Francia, Germania, Italia, Corea, Messico, Svezia, Svizzera, UK, Ucraina e Usa), su un campione di ragazze dai 20 ai 30 anni, di cui alcune avevano già avuto un bambino. Ebbene, stando a quanto emerso dal sondaggio, in Italia ci sarebbe davvero ben poco da ridere. Secondo quanto emerso, sembra infatti che i falsi miti e le credenze popolari siano molto radicate nel nostro Paese.

Uno dei miti sulla contraccezione che ha davvero stupito gli esperti è quello secondo cui la coca cola, oltre che un’ottima (per chi la gradisce) bevanda, può fungere anche da spermicida, e tenere alla larga quindi il rischio di gravidanze indesiderate. A scanso di equivoci, non c’è nulla di più falso naturalmente.

A rispondere in questo modo al sondaggio sarebbero state poche ragazze, ma si tratta comunque di un dato che deve farci riflettere. I falsi miti nel nostro Paese del resto abbondano, a cominciare da quello secondo cui, per prevenire una gravidanza, sia sufficiente fare l’amore con il coito interrotto (31%), o quello secondo cui sarebbe impossibile rimanere incinta se si fa l’amore per la prima volta (29%). Dall’altra parte, c’è però chi ancora pensa che si possa restare incinta semplicemente dandosi un bacio (11%).

contraccezione

Una risposta, quest’ultima, che potrebbe far sorridere, se non fosse che il sondaggio sarebbe stato sottoposto a ragazze già abbastanza grandi per poter credere una cosa del genere.

Detto questo, stando a quanto emerso dai dati raccolti (e presentati in occasione del tredicesimo Congresso europeo di Contraccezione in corso a Lisbona) sembra anche che nel nostro Paese vi sia non poca disinformazione anche in merito ai metodi contraccettivi standard. Oltre al preservativo e alla pillola anticoncezionale, esistono molti altri metodi validissimi, come ad esempio i sistemi intrauterini a rilascio ormonale (Ius) o i sistemi intrauterini al rame (Iud), metodi che sarebbero risultati praticamente sconosciuti dalla maggior parte delle ragazze che hanno risposto al sondaggio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail