Tumore al seno, scoperto un nuovo possibile trattamento

Potrebbe arrivare presto un nuovo trattamento per il cancro al seno?

E’ in arrivo un nuovo trattamento per il cancro al seno? La nuova scoperta sarebbe stata fatta dai membri del Cold Spring Harbor Laboratory (CSHIL), guidati da Nicholas Tonks, i quali avrebbero preso in esame una forma aggressiva di cancro al seno, ovvero quello 'Her2-positivo', che colpisce generalmente una paziente su quattro, e che comporta un’iperespressione della proteina chiamata Her2. Normalmente, per trattare questo genere di tumore, si impiega una cura farmacologica basata sulla somministrazione del farmaco Herceptin, ma a lungo andare l’utilizzo di tale farmaco porta a sviluppare una sorta di resistenza nelle pazienti.

La prognosi per le persone affette da carcinoma mammario HER2 positivo è generalmente peggiore rispetto a quella che interessa persone con altri sottotipi della stessa malattia.

Ebbene, come dicevamo, sembra sia vicina la nascita di un nuovo tipo di trattamento per le donne affette dal tipo di cancro al seno HER2-positivo. Alla base di tale trattamento vi sarebbe infatti un inibitore della Ptp1B chiamato Msi-1436. La Ptp1B è una proteina che appare fuori controllo in presenza di questo tipo di neoplasia, e che ha dimostrato di giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo di tumori HER2+.

Cancro al seno

Per il momento i test, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista online Nature Chemical Biology, sono stati condotti su modello animale, e dimostrano che nei soggetti affetti da carcinoma mammario HER2 - positivo, la somministrazione di un inibitore di PTP1B, porta ad inibire la segnalazione da parte delle proteine HER2.

Naturalmente ancora ulteriori studi dovranno essere condotti in merito a questo trattamento, ma dal canto loro, i ricercatori si dicono ottimisti all’idea di poter sviluppare un nuovo efficace modo per trattare una forma tanto aggressiva di cancro al seno.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Eletsonline.com, Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail