Alimenti che contengono fibre: quali sono?

Le fibre sono sostanze presenti in alcuni tipi di alimenti, che non vengono digerite e assimilate dal corpo, ma che comunque svolgono un'azione benefica sulla salute e stimolante sulla funzionalità intestinale. Ecco dove trovarle

Sentiamo spesso parare dell’importanza di consumare più fibre nella nostra alimentazione quotidiana, ma esattamente, che cosa sono?
Si tratta di sostanze presenti sono in alcune categorie di cibi, che hanno la caratteristica di non venire attaccate degli enzimi del nostro apparato digerente, e pertanto giungono all’intestino praticamente intatte.
Alimenti-con-fibre
Di fatto, le fibre alimentari non contengono sostanze nutritive, e quindi, ci si potrebbe domandare, per quale ragione sono così cruciali nella dieta, se non ci alimentano? Esse svolgono alcune funzioni importantissime di protezione della salute generale e di stimolazione della funzionalità intestinale proprio in virtù del fatto che il corpo non le assimila.

Intanto, una doverosa precisazione. Le fibre alimentari non sono tutte uguali. Esistono quelle insolubili, e quelle idrosolubili, vediamo le differenze.


  • Fibre idrosolubili: sono sostanze presenti soprattutto nella frutta e nella verdura fresche e nei chicchi di cereali interi, e come intuibile dal nome si legano all’acqua contenuta nei cibi. Questo tipo di fibre svolge un’azione cruciale a livello metabolico, perché quando esse giungono nell'intestino tenue, formano una sorta di gel che ricopre le mucose del colon e rallenta e riduce l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri alimentari, aiutandoci in tal modo a non ingrassare e a contrastare i picchi glicemici. Di fibre idrosolubili dovremmo consumarne 10 grammi al giorno mangiando soprattutto frutta e vegetali per prevenire la sindrome metabolica e diabete di tipo 2


  • Fibre insolubili. Sono soprattutto le cellulose presenti nella crusca dei cereali e nei legumi. Esse svolgono un’azione meccanica sulla motilità intestinale perché grazie alla loro proprietà igroscopica (di assorbire acqua), aumentano il volume delle feci rendendole anche più morbide. In tal modo facilitano l’evacuazione e quindi combattono la tendenza alla stitichezza, ma in generale mantengono sano e pulito l’intestino. Mangiare cibi ricchi di fibre insolubili (20 g al giorno) riduce il rischio di sviluppare coliti e altre malattie infiammatorie intestinali, ma anche il tumore al colon

Ricapitolando, con 30 g di fibre, tra solubili e non, al giorno, possiamo mantenere in salute l’intestino e proteggere il sistema cardiovascolare e tutto l’apparato digerente da malattie, infiammazioni, disfunzioni. Ma in quali cibi si trovano le fibre? Ecco un elenco


  • Cereali integrali
  • Legumi, sia freschi che secchi
  • Frutta fresca
  • Frutta secca, in guscio e non (prugne, datteri, fichi, uva passa)
  • Verdura e ortaggi freschi

Si tratta di alimenti che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole, combinati con gli altri cibi contenti proteine, grassi e carboidrati, per mantenere l’organismo in perfetta salute e benessere.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail