Diabete, una cura grazie a un estratto dell’uva?

Per combattere il diabete, una cura potrebbe arrivare dall’uva? Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Una cura per il diabete arriverà dall’uva? Ad avanzare tale ipotesi sarebbero stati i membri della Wayne State University (WSU), secondo cui, a giocare un ruolo fondamentale nel controllo di questa malattia, potrebbe essere un estratto di buccia d’uva particolarmente attivo nel controllo della glicemia. L’estratto in questione sarebbe il GSE, sostanza che eserciterebbe appunto un’azione inibitoria sull’iperglicemia, e potrebbe dunque rappresentare un’ottima cura per la gestione del diabete di tipo 2.

Gli autori dello studio, finanziato dal Centro Nazionale per la medicina complementare e alternativa, devono ancora approfondire quali siano i meccanismi che regolano l’azione inibitoria del GSE sull’iperglicemia, ma si dicono speranzosi in merito ai risultati, dal momento che al giorno d’oggi è estremamente importante – vista la preoccupante diffusione della malattia – riuscire a identificare una sostanza che possa aiutare a prevenire o a trattare in maniera efficace il diabete.

“Il diabete di tipo 2 è una delle principali malattie croniche delle società moderne – ha giustamente sottolineato Gloria Heppner, membro della Wayne State University – Questo mette a rischio la salute di una grande parte della popolazione, con un numero crescente di giovani ai quali viene diagnosticata la malattia ogni giorno”.

diabete

“Il nostro studio – avrebbe quindi spiegato Kequan Zhou, uno degli autori della ricerca - fornisce importanti dati preclinici per quanto riguarda i meccanismi antidiabetici, l’efficacia biologica e la sicurezza del GSE, che dovrebbero facilitare l’eventuale traduzione in futuri studi clinici per valutare l'uso del GSE e i suoi componenti come possibili trattamenti per il diabete, sicuri, a basso costo, e basati su un'evidenza nutrizionale”.

Insomma, se tutto andrà come sperato, potrebbe essere vicina la scoperta di un trattamento naturale e senza effetti collaterali dannosi per le tantissime persone affette da diabete di tipo 2.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Wayne.edu

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail