Mangiare pomodori aumenta la fertilità maschile?

Il licopene, ovvero la sostanza fondamentale che conferisce ai pomodori il loro caratteristico colore rosso brillante, potrebbe aumentare la fertilità negli uomini.

La sostanza contenuta nel pomodoro e nota con il nome di “licopene” potrebbe aumentare il numero di spermatozoi fino al 70%. A renderlo noto sarebbero stati i membri della Cleveland Clinic nell’Ohio, secondo cui queste nuove scoperte potrebbero dare speranza alle coppie che non riescono purtroppo ad avere dei bambini. L’importanza del licopene per quanto concerne la fertilità sarebbe emersa dall’analisi di 12 studi condotti in tutto il mondo. Da tali studi sarebbe in effetti emerso che grazie alla sua azione, il licopene sarebbe in grado di migliorare il numero e la velocità degli spermatozoi, e di ridurre il numero di quelli anomali.

Insomma, a quanto sembra questa sostanza farebbe davvero molto bene agli organi riproduttivi maschili, come spiega lo stesso Ashok Agarwal, direttore del Centro della Cleveland Clinic for Reproductive Medicine, il quale ricorda che già in passato sono state ampiamente dimostrate le virtù benefiche del licopene per la nostra salute.

fertilita

Per confermare le recenti ipotesi, i membri della Cleveland Clinic avrebbero già cominciato a somministrare degli integratori di questa sostanza su un campione di volontari. "Sono necessari studi più ampi per analizzare gli effetti del licopene sull'infertilità maschile. – spiega infatti giustamente Ashok Agarwal - Si dovrà stabilire quali gruppi di pazienti possono trarre i maggiori benefici da questa terapia".

In attesa di conoscere i risultati delle nuove ricerche, c’è chi già si dice positivo in merito alla possibilità di aumentare la fertilità nell'uomo, come Karen Veness, portavoce del Britain’s Infertility Network, la quale sottolinea che – nonostante si tenda a dimenticarlo – quello dell’infertilità non è affatto un problema esclusivamente femminile, ma si tratta di un problema che interessa in egual misura anche gli uomini.

Non rimane a questo punto che attendere ulteriori studi sull’argomento.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail